Nella giornata di ieri è arrivata l'ufficialità dell'esonero di Clarence Seedorf, il tulipano non sarà più l'allenatore dei rossoneri. Dopo pochi mesi, si conclude così l'avventura da allenatore dell'ex centrocampista del Milan che, forte di un contratto firmato per altri due anni, percepirà dalla società di via Turati, circa 208 mila euro mensili.

Nel comunicato della società si comunica l'esonero ma non vi è nessun riferimento ai classici ringraziamenti di fine rapporto lavorativo, caduta di stile che segna il passo in una società nella quale, negli ultimi tempi, regna la confusione e l'incertezza nelle fila dirigenziali.

Al posto di Seedorf, subentra Filippo Inzaghi, vecchia conoscenza del club ed ex allenatore della squadra primavera rossonera. Voluto fortemente dalla famiglia Berlusconi, il nuovo tecnico potrebbe essere una nuova scommessa, visto che a livello di esperienza, per ciò che concerne la guida tecnica, si potrebbe dire che siamo quasi all'esordio.

Dopo aver acquisito a parametro zero Alex e Menez, nella giornata di ieri - in serata - è arrivata la conferma da parte dell'agente del calciatore, circa l'interessamento da parte del Milan di Mario Mandzukic, forte attaccante croato del Bayern Monaco. L'affermazione non ha lasciato spazio ai dubbi o alle interpretazioni: "Mario in questa finestra di mercato lascerà il club tedesco visto che è stato relegato, dal tecnico Pep Guardiola, ai margini del nuovo progetto; le società interessate non mancano di certo, tra queste c'è il Milan".

Per arrivare al nazionale croato, molto gradito ad Inzaghi, si dovrebbe però sacrificare un uomo in grado di portare nelle casse societarie una cifra di circa 25 milioni di euro. Tutti gli indizi portano dritti al nome di Mario Balotelli, che gode della stima di diversi club inglesi e non solo. Dopo un sondaggio del Galatasaray di Roberto Mancini si è fatto avanti anche l'Arsenal, club di gradimento del bomber della nazionale azzurra.

Staremo a vedere l'evolversi della situazione, intanto il Milan ha riscattato dalla Sampdoria il centrocampista Poli, reduce da una buona stagione in rossonero.

Il terzino Abate ha avuto una richiesta dal Psg, societa di proprietà degli arabi e quindi con grandi disponibilità economiche; sarà difficile rifiutare le sirene parigine, Mino Raiola, agente del calciatore segue con attenzione la trattativa in modo tale da far fruttare al calciatore e al Milan il massimo introito.

Chiudiamo con Kakà, per problemi familiari dovrebbe lasciare - dopo una sola stagione - il club rossonero per far rientro in patria nel San Paolo; in alternativa ci sarebbero delle offerte provenienti dal campionato del MLS, ma ancora non sono noti i club che gli fanno la corte. Dal risparmio dell'ingaggio del brasiliano, verrebbero ricavati i contanti per riscattare Adel Taarabt, il fantasista marocchino arrivato a gennaio a Milano.

Segui la pagina Milan
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!