L'ordine tassativo per il Milan è: "vendere per acquistare nuovi giocatori". Ecco perché la società rossonera sta valutando le proposte e i sondaggi che arrivano dai vari club stranieri per alcuni calciatori che potrebbero fruttare un "tesoretto" utile da investire in questa sessione estiva di Calciomercato. La tournée americana della squadra di Inzaghi è stata avara di soddisfazioni e soprattutto ha fatto emergere tutti i limiti della rosa a disposizione del nuovo tecnico. Tra i maggiori candidati ad una cessione c'è sempre lui, Mario Balotelli. Dopo la chiusura netta dell'Arsenal, il Milan ha tirato un sospiro di sollievo quando dagli Stati Uniti è arrivata la dichiarazione di Brendan Rodgers, manager del Liverpool, il quale ha speso parole d'elogio ed apprezzamento per il centravanti rossonero, gettando le basi per un'eventuale trattativa. I "Reds", dopo aver ceduto Luis Suarez al Barcellona, hanno denaro da spendere e soprattutto sentono la necessità di completare il reparto d'attacco rimasto orfano del centravanti uruguaiano. Il Milan, vendendo Balotelli, vorrebbe incassare circa 15-18 milioni cash, lasciando al club che dovesse acquistarlo l'incombenza di versare al Manchester City le due rate che ancora gli spettano.

L'altro pezzo pregiato del mercato rossonero in uscita è Mattia De Sciglio. Il difensore della Nazionale piace molto a Carlo Ancelotti e il Real Madrid, dopo aver ingaggiato due giocatori offensivi come Toni Kroos e James Rodriguez, sta cominciando a pensare di puntellare il reparto difensivo. Nei prossimi giorni nella sede del Milan potrebbe arrivare una telefonata da Madrid per aprire un discorso relativo al giovane terzino italiano. Come per Balotelli, anche per De Sciglio la squadra vincitrice di 7 Champions League chiederà 15-18 milioni per la cessione. Con un bel gruzzolo di 30-35 milioni d'euro proveniente dalle eventuali cessioni di Balotelli e De Sciglio, il Milan potrebbe tuffarsi nuovamente sul mercato per acquistare quei giocatori utili al 4-3-3 con cui Inzaghi intende schierare la squadra. L'interesse per Alessio Cerci sta scemando, e allora la società rossonera ha messo in allerta Taarabt, rientrato al Qpr dopo il prestito al Milan, dicendogli di rifiutare qualsiasi altra offerta perché potrebbe rientrare a Milanello. Gli inglesi non si smuovono dai 6 milioni già chiesti per cedere il giovane trequartista e Galliani con i soldi derivanti dalle uscite del duo Balotelli - De Sciglio potrebbe facilmente chiudere l'affare. Il "tesoretto" verrebbe anche utilizzato per prendere un altro portiere - piace Perin -, per ingaggiare un esterno sinistro come Armero e un centrocampista dalle caratteristiche di Dzemaili. Questi obiettivi, però potranno diventare concreti solo se dall'estero arriverà denaro contante per acquistare i "gioielli" rossoneri. 

Leggi tutto