Annuncio
Annuncio

In un campionato di Serie "A" complessivamente mediocre Juventus e Roma, entrambe a punteggio pieno dopo 5 partite, dimostrano di avere decisamente un altro passo rispetto alle squadre concorrenti e conducono con 15 punti ciascuna. Tanto per cominciare le milanesi non convincono. Nell'ultimo turno l'Inter è crollata clamorosamente in casa contro il Cagliari di Zeman perdendo 4 a 1 complice anche l'espulsione di Nagatomo quando il match era sull'1-1. Se l'Inter piange il Milan non ride. I rossoneri, dopo il 2 a 2 con l'Empoli, proseguono con un altro pareggio e non vanno oltre l'1 a 1 a Cesena con Torres piuttosto in ombra. Contro il Sassuolo di Eusebio Di Francesco il Napoli ritrova finalmente la vittoria (1 0 di misura) grazie a Callejon servito da Higuian ma non certo la qualità del gioco che, a mio parere, continua ad essere piuttosto scadente. Bisogna infatti considerare che il Sassuolo è formazione piuttosto scarsa nonostante la grinta agonistica e la presenza tra le sue fila di qualche buon giocatore come il nazionale Simone Zaza. Ad ogni modo i partenopei dovranno dimostrare giovedì prossimo, nel secondo turno del girone dell'Europa League, contro lo Slovan Bratislava, se la crisi è stata superata o meno. La Fiorentina non riesce a decollare e rischia addirittura il ko contro il Toro ma l'ottimo attaccante senegalese Babacar rimedia al vantaggio granata ottenuto con Fabio Quagliarella. E veniamo ai leader della classifica. La Roma ha dovuto faticare non poco nell'anticipo contro l'ostico Verona (in assetto principalmente difensivo) uscendo però vincitrice grazie ai colpi balistici di due suoi campioni nel secondo tempo. Florenzi (subentrato a Totti) ha sbloccato il risultato con un tiro potente e preciso scagliato dal limite dell'area avversaria. Una vera e propria ciliegina sulla torta invece la magia del raddoppio giallorosso firmata da Mattia Destro con una sorta di pallonetto dalla lunga distanza.

Decisamente più offensiva la partita impostata dai bergamaschi contro la Juventus anche se non è servito a molto dato che i bianconeri, ispirati da un Tevez in grande spolvero, hanno vinto 3 a 0. L'Atalanta può recriminare solo sul rigore fallito da Denis mentre gli ospiti conducevano 1 a 0. Le due "regine" viaggiano a punteggio pieno e con le difese di ferro (la Roma ha subito un solo gol, la Juventus nemmeno quello). Dopo gli impegni europei infrasettimanali ci sarà il big match a Torino, Juventus-Roma. Anche se siamo solo all'inizio questa partita potrebbe già decretare un primo verdetto di superiorità di una squadra rispetto all'altra. Staremo a vedere.