Ormai manca solo l'ufficialità per il divorzio definitivo tra la società bianconera e il cileno Arturo Vidal, la Juventus non tollera più i comportamenti poco lineari con il proprio ambiente, che il calciatore assume anche nella vita privata. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la rissa di giovedì sera quando Vidal fuori da un locale, aggrediva un uomo. La società ha preso atto dell'episodio ed ha multato il calciatore con 100mila euro. Il tutto succedeva poche ore prima della partitissima contro la Roma, che il centrocampista ha guardato dalla panchina per ben 80 minuti.

Il giocatore non è nuovo ad episodi di questo tipo che gli hanno procurato altrettante sanzioni disciplinari di natura pecuniaria.

Un altro episodio significativo, lo ricordiamo lo scorso anno in occasione della partita Fiorentina - Juventus, quando il cileno scaldò la panchina per tutto l'incontro a causa di un ritardo di rientro, dopo un impegno con la sua Nazionale, in quella occasione fu ritratto presso un ippodromo di Santiago del Cile.

In ogni caso la società torinese, non ha nessuna intenzione di svendere il giocatore, la valutazione rimane sempre intorno ai 45 milioni di euro, un be gruzzolo di soldi. Il Real Madrid per bocca di Florentino Perez, aveva smentito qualche mese fa il proprio interessamento, giudicando il calciatore per la sua condotta extra calcistica, come un esempio da non seguire. Il tormentone di mercato dell'estate, sembra essere giunto al suo epilogo e nella prossima apertura delle contrattazioni (gennaio 2015), Il Direttore Generale della Juventus Marotta, si siederà sicuramente attorno ad un tavolo per cercare di cedere Vidal a titolo definitivo, ma naturalmente senza rimettere denaro.

I migliori video del giorno

Il cileno è considerato dalla Juve un patrimonio e per questa ragione la società cercherà di concludere l'affare nel miglior modo possibile per risollevare la propria economia.

In ogni caso la destinazione sembrerebbe essere un grande club, nei prossimi mesi ne sapremo sicuramente di più, le società interessate al centrocampista potrebbero far parte del campionato spagnolo o quello inglese, la cosa quasi certa è che toglierà definitivamente la maglia bianconera.