Ormai da molti anni, l'est europeo è una miniera di giovani talenti che poi diventano campioni affermati nei migliori club del vecchio continente. Uno degli ultimi giocatori pronto a lanciarsi nel panorama europeo è Andrej Kramaric, attaccante croato classe 1991. Kramaric è un attaccante dotato di grande forza fisica, ottimo tiro e milita attualmente nel Rijeka dove ha una media gol spaventosa. Sul croato si è scatenata una vera e propria asta con Milan, Chelsea e Juve in prima fila. E sembrerebbe che a spuntarla sia stata propria la società di Agnelli e Marotta che sembrano aver raggiunto già l'accordo per il trasferimento di Kramaric a Torino, spiazzando così la concorrenza.

La dirigenza bianconera ha l'accordo con il giocatore sulla base di un contratto quinquennale da 1,5 milioni di euro netti a stagione. L'ultimo ostacolo da superare è l'accordo con il Rijeka che comunque sembra essere molto vicino. Il club croato ha valutato il giocatore 10-12 milioni, mentre la prima offerta dei bianconeri è stata di 6. La stretta di mano potrebbe arrivare per un totale di 9,5 milioni di euro (8 di parte fissa più 1,5 milioni di bonus legati al rendimento del giocatore).

Il presidente del Rijeka è l'italiano Gabriele Volpi, proprietario anche dello Spezia e con cui Marotta vanta un ottimo rapporto. Inoltre, qualche giorno fa, lo stesso Kramaric si è detto onorato dell'interesse della Juve e di sognare di giocare in una top league come quella italiana.

I migliori video del giorno

Tutti indizi che fanno pensare che per il trasferimento di Kramaric sotto la Mole manchino solo le firme.

L'arrivo del talento croato aumenterà la concorrenza nel già attrezzato attacco juventino dove, invece, non trova più spazio Sebastian Giovinco. La "Formica atomica" non ha ancora rinnovato il contratto in scadenza a giugno e il suo addio è ormai ad un passo. Se il giocatore, come è molto probabile, non dovesse trovare l'accordo con la società per il rinnovo, potrebbe firmare per un'altra squadra a partire dal 1° febbraio. Non è da escludere anche un addio già a gennaio, ma la Juve chiede un corrispettivo intorno ai 5 milioni. Sull'ex giocatore del Parma ci sono Fiorentina, Torino e anche Napoli.