Carlitos Tevez è sicuramente il vero punto di forza dell'attacco juventino e ha in mano le chiavi del reparto offensivo di Allegri. I tifosi lo amano, ma il suo futuro potrebbe essere lontano da Torino. L'argentino, infatti, non ha mai nascosto la sua passione per il Boca Juniors, squadra che lo ha lanciato nel panorama mondiale e di cui lo stesso Carlitos è tifoso tanto da essere disposto a "giocare gratis". Già dall'anno scorso, Tevez rivelò il suo desiderio di concludere la carriera nell'ex squadra di Maradona una volta terminata la sua avventura in bianconero. L'Apache compirà 31 anni a febbraio e ha il contratto in scadenza nel giugno 2016.

L'argentino è consapevole di avere ancora le doti e l'età per continuare ad essere protagonista nella Juve e soprattutto nel panorama europeo e molto probabilmente il suo ritorno in patria avverrà anche oltre il 2016.

Non è della stessa idea, però, il Boca Juniors che sta invece cercando di abbreviare i tempi del suo ritorno in maglia gialloblu. Infatti il presidente del club argentino ha dichiarato che nei prossimi giorni volerà alla volta di Torino per parlare personalmente col numero 10 bianconero e capire le sue intenzioni. Appare quasi impossibile che Tevez lascerà la Juve già a fine stagione, ma il presidente potrebbe comunque convincere l'argentino a tornare a giocare alla Bombonera al termine del suo attuale contratto con la società di Agnelli.

La Juventus, dal canto suo, si sta già muovendo da tempo per rinnovare il contratto dell'argentino e adesso cercherà di stringere i tempi per cercare di mettere sotto l'albero di Natale il rinnovo dell'Apache.

I migliori video del giorno

I contatti con l'entourage del giocatore sono fitti e lo stesso agente del giocatore Kim Joorabchian ha dichiarato che il suo assistito si trova benissimo a Torino e che i presupposti per allungare il matrimonio con i bianconeri ci sono tutti. Nei prossimi giorni ci saranno ulteriori sviluppi a riguardo e così società e tifosi sapranno se Tevez porterà ancora sulle spalle il numero di 10 di Del Piero oppure quello di Maradona...