Dopo aver sognato e creduto nel passaggio di un girone difficile, i tifosi della Roma si ritrovano a dover fare i conti con la realtà che vede la loro squadra fuori dai primi sedici club della Champions League. Una delusione che è arrivata per mano del Manchester City che, grazie ai gol di Nasri e Zabaleta, è riuscita a soffiare gli ottavi all'ultima giornata in casa della squadra vicecampione d'Italia. E come accade spesso in questi casi, mentre una tifoseria cerca di superare la delusione, ce ne sono altre che godono delle disgrazie altrui. Tra questi ci sono sicuramente i tifosi della Juve che si godono il passaggio alle fasi finali come unica rappresentante italiana.

Da un anno e mezzo la rivalità con i romanisti è molto accesa e lo è diventata ancora di più dopo le polemiche sul match Juve-Roma del 5 ottobre. Nedved ha vissuto tante battaglie contro la Roma prima da giocatore laziale, poi da juventino e adesso da dirigente della società bianconera. Dopo la stoccata a Totti, l'ex pallone d'oro è intervenuto ai microfoni dei giornalisti e ha commentato l'ultimo turno di Champions: "Al momento ci sono 3-4 squadre nettamente superiori a noi, ma noi non abbiamo paura e possiamo giocarcela con tutti. È nel nostro dna. La Roma? Abbiamo già dato molte risposte e, mentre loro parlano, noi lavoriamo e vinciamo."

Un chiaro riferimento al coro "Vinceremo il tricolor" che i tifosi giallorossi hanno intonato al termine della partita col City per incitare la squadra.

I migliori video del giorno

La sfida tra juventini e giallorossi anima anche la rete. Nainggolan è un giocatore molto attivo sui social network e spesso si è reso protagonista di litigate con i tifosi bianconeri. L'ultimo capitolo di una rivalità senza fine riguarda un messaggio scritto da un tifoso bianconero, il quale ha chiesto ironicamente come mai il giallorosso non avesse scritto nulla dopo la partita con il City. Il centrocampista ha subito reagito alla provocazione e ha postato sul profilo una risposta infelice: "Non scrivo, ma se vuoi te lo metto!!!"

Un altro personaggio che ha vissuto tante battaglie con la Roma è José Mourinho, allenatore del Chelsea e che fu protagonista di molti battibecchi con l'allora allenatore giallorosso Claudio Ranieri quando allenava l'Inter: "Tutte le squadre che ambiscono alla vittoria finale si sono qualificate per gli ottavi. Nessuna grande squadra è rimasta fuori, forse l'unica è il Liverpool." Un'evidente stoccata nei confronti degli ex rivali giallorossi.