Il Direttore Sportivo della Juventus, Beppe Marotta, ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni sul Calciomercato bianconero, ieri sera, alla libreria Open di Milano, in occasione della presentazione del libro 'Goal Economy', scritto dal giornalista Marco Bellinazzo. 

Marotta ha confermato l''intoccabilità' di Paul Pogba: 'Non è un problema di offerta', ha tenuto a ribadire il dirigente della Juve che non ha potuto far altro che comunicare al 'collega' del Barcellona, Ariedo Braida, la volontà della società bianconera di non privarsi del centrocampista francese.
Marotta ha dichiarato che il calciomercato della Juventus è cominciato in anticipo per evitare la concorrenza, 'acquistando giocatori importanti, pedine eclettiche che consentiranno a Massimiliano Allegri di effettuare delle rotazioni nei ruoli'.
In ogni caso, il dirigente di Corso Galileo Ferraris ha tenuto a precisare che il mercato chiude tra due mesi, il 31 agosto, e se ci saranno delle opportunità da poter sfruttare, la Juve si muoverà per cercare di coglierle. I nomi sono quelli che 'piacciono' ad Allegri: Oscar e Isco, ma anche Cuadrado che, se arriverà, sarà soltanto con la formula del prestito.  

Juventus, addio Storari, c'è Neto: via anche Llorente e Ogbonna?

Intanto, dopo cinque stagioni in bianconero come riserva di Buffon, Storari andrà nuovamente a fare il portiere 'full time' in serie B, nel Cagliari: il nuovo 'vice' del Gigi Nazionale diventerà il giovane brasiliano Neto, un 'vice' importante viste le qualità dell'ex giocatore della Fiorentina, svincolatosi dai viola. 
Per quanto riguarda le partenze, uno dei candidati dovrebbe essere il 'Re Leone', Fernando Llorente, per il quale stanno arrivando diverse proposte. Anche Angelo Ogbonna dovrebbe cambiare 'aria', specie dopo l'arrivo del Nazionale Under 21, Daniele Rugani che non ha fatto altro che aumentare la concorrenza nel suo ruolo: per l'ex centrale del Torino, la destinazione più probabile è la Premier League inglese. 

Calciomercato Juventus: rinnovi di contratto, Bonucci vorrebbe il doppio

La prossima settimana si parlerà anche di rinnovi di contratto: quelli di Marchisio e del tecnico Allegri sono sulla strada 'giusta', quello di Bonucci, invece, si annuncia un po' più difficile visto che il centrale laziale vorrebbe guadagnare sui 4 milioni a stagione (contro gli attuali due, scadenza contratto 2017).