La Fiorentina ha affrontato nel pomeriggio allo stadio Benatti di Moena, la squadra ungherese del Gyirmot Gyor, che pochi giorni fa aveva sconfitto la Roma in amichevole per 2-1. La partita si è svolta sotto un cielo plumbeo, davanti a 500 sostenitori viola.E' finita con un deludente 0-0 che rispecchia i valori in campo attuali considerando che gli ungheresi sono molto più avanti nella condizione fisica, con una Fiorentina volitiva ma troppo imballata per superare l'arcigna difesa della squadra ungherese.

Pubblicità
Pubblicità



Nel primo tempo spazio al tridente Joaquin-Gomez-Bernardeschi, ancora in rodaggio, con il centravanti tedesco che si è fatto notare per due conclusioni pericolose, in una delle quali, al minuto 27, ha sfiorato la rete mandando di poco a lato, fra gli applausi dei sostenitori assiepati ai margini del piccolo stadio. In evidenza anche Joaquin con una splendida giocata che lo porta alla conclusione da posizione ravvicinata, ma la conclusione è troppo centrale e ben bloccata dal portiere Somogji.

Bravo anche Capezzi per alcune sgroppate convincenti ed una conclusione a pochi minuti dal termine della prima frazione, che finisce sull'esterno della rete. 

Nella seconda frazione, Paulo Sousa cambia radicalmente la linea offensiva inserendo il tandem Rebic-Ilicic, ma la Fiorentina non trova maggiore incisività nella fase offensiva, pur mantenendo costantemente il pallino del gioco. In grande evidenza il talento del centrocampista Diakhate, che insieme ad Ilicic confeziona una giocata magistrale che si stampa sul palo, scatenando applausi a scena aperta.

Pubblicità

La Fiorentina è imballata e si vede, sono ottime le intenzioni dei centrocampisti viola, che concedono poco ai modesti avversari, quasi mai pericolosi, ma le gambe arrivano sempre in ritardo. C'è gloria anche per Rebic che prova a rendersi pericoloso nel finale di gara con una conclusione che termina a lato di molto. Ancora Ilicic di destro prova nel finale ad impensierire il portiere ungherese, ma la conclusione risulta troppo centrale. Un buon test per la squadra viola, che lamenta ancora la presenza di acido lattico nei muscoli, ma che ha mantenuto per tutti i 90 minuti il pallino del gioco creando diversi pericoli, senza mai subire conclusioni pericolose da parte dei modesti avversari.

Cosa ne pensate del possibile trasferimento di Gomez al Besiktas

Leggi tutto