Non è stato certo un sorteggio positivo per la Roma in Champions League. Negli ottavi di finale infatti i giallorossi di Rudi Garcia hanno pescato uno degli avversari più difficili, ovvero il Real Madrid di Rafa Benitez. Inutile sottolineare il valore della squadra spagnola, una vera e propria corazzata che non ha avuto alcun problema nel passare la prima fase a gironi. Tutti ricorderanno senz'altro l'8-0 rifilato al Malmoe nell'ultima partita. La Roma invece è approdata agli ottavi di finale di Champions League soffrendo e non poco, passando in virtù della differenza reti con soli 6 punti in classifica e la peggior difesa del torneo.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Champions League

Dati che sembrano davvero lasciare poco spazio ai pronostici: il Real Madrid dovrebbe passare ai quarti senza troppi affanni. Ma la Roma è senz'altro intenzionata a vendere cara la pelle e poi, visto che si giocherà tra due mesi, lo stato di forma di Manolas e compagni potrebbe anche essere migliore di quello odierno.

Le date di Roma-Real

Il fatto che si giochi sulla distanza dei 180 minuti lascia inoltre qualche possibilità in più alla Roma, che dovrà senz'altro fare di tutto per aggiudicarsi la prima sfida. L'andata di Roma-Real infatti si giocherà all'Olimpico mercoledì 17 febbraio. Se i giallorossi riusciranno a battere gli spagnoli in casa allora il match di ritorno, che è in programma invece l'8 marzo, potrebbe essere davvero apertissimo, visto che poi la Roma potrebbe eventualmente sfruttare in contropiede gli spazi concessi dal Real. I tifosi della Roma avranno appuntato queste date?

I punti di forza del Real Madrid

Un nome su tutti, ovviamente, e non potrebbe essere altrimenti. Cristiano Ronaldo si diverte a battere record su record nella Liga e in Champions League, dove va a segno con grande regolarità.

I migliori video del giorno

Giocare in Europa lo esalta ancora di più. Ma non è certo solo il portoghese l'asso nella manica di Rafa Benitez, che a centrocampo può contare sulla sontuosa regia di Modric, mentre in avanti c'è Benzema pronto a mettere nel sacco ogni pallone che si aggira in area. Una rosa forte e competitiva, con tanti gioielli (Isco, Varane, James e via discorrendo) pronti a fare la differenza.