Con l'inizio della prima settimana di gennaio 2016, si ricomincia a respirare profumo di campionato, visto che tra due giorni la Juventus scenderà di nuovo in campo per la diciottesima giornata, allo Stadium, contro il Verona. Una partita da vincere per diversi motivi: i bianconeri vogliono continuare la loro striscia di sette vittorie consecutive, interrotta prima di Natale; vogliono mettere pressione alle rivali che la precedono in classifica (soprattutto all'Inter, in testa con 36 punti, tre in più dei bianconeri); vogliono, infine, iniziare con il piede giusto il 2016 e la seconda parte di stagione.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Juventus

Ultime news lunedì 4 gennaio formazione Juventus: Rugani dal 1' minuto contro il Verona?

I rumors di calciomercato non devono disturbare la preparazione del match contro la formazione veneta.

Massimiliano Allegri vuole la massima concentrazione, proprio perchè i rischi di sottovalutare l'avversario ci sono, eccome: ecco perchè il tecnico livornese intende curare tutti i minimi particolari. 

Non dovrebbero esserci sorprese per quanto riguarda il modulo che verrà adottato mercoledì pomeriggio: la Juventus dovrebbe schierarsi con l'ormai consolidato 3-5-2. Con Buffon tra i pali, la linea difensiva a tre potrebbe proporre la novità Rugani al posto di un Barzagli che ha ancora qualche problema fisico; Leonardo Bonucci sembra aver smaltito l'influenza e quindi dovrebbe essere regolarmente al suo posto al centro della difesa con Giorgio Chiellini sul centrosinistra.

Dybala-Morata in attacco? Ballottaggio sulle fasce

Non dovrebbero esserci novità, invece, per i tre di centrocampo: Marchisio, Khedira e Pogba stanno bene e quindi dovrebbero essere loro a cominciare il match contro il Verona.

I migliori video del giorno

Consueto ballottaggio, invece, per le fasce con Allegri che dovrebbe scegliere gli esterni: da una parte Lichtsteiner o Cuadrado, dall'altra Evra o Alex Sandro. Il tandem offensivo dovrebbe essere quello composto da Paulo Dybala e da Alvaro Morata, visto che Mario Mandzukic non ha ancora pienamente recuperato dal fastidio al polpaccio accusato durante la gara prenatalizia contro il Carpi.