Siamo ancora all'inizio di questo Campionato Europeo 2016, ma come al solito la curiosità dei tifosi è talmente grande che già si cominciano a fare i primi calcoli in ottica passaggio-turno. L'Italia, in tal senso, ha esordito battendo brillantemente il Belgio 2-0 e concedendo ai Diavoli Rossi ben poco durante tutto l'arco della partita. Con uno sguardo alle altre nazionali impegnate nella competizione continentale, c'è da dire che alcune big hanno parecchio deluso, finora: basta pensare all'Austria, che ha perso 2-0 con l'Ungheria, oppure al Portogallo, capace di farsi pareggiare dalla matricola Islanda.

Considerato che il sorteggio del tabellone della fase a eliminazione diretta è stato già effettuato da parte dell'Uefa, proviamo un attimo a capire contro chi potrebbe giocare l'Italia nel caso arrivasse prima o seconda nel Gruppo E, dove assieme agli Azzurri di Antonio Conte ci sono anche la Svezia, l'Irlanda e il sopracitato Belgio.

Meglio arrivare secondi, ecco perché

Diciamo subito che prima di immergerci completamente nei soliti calcoli all'italiana, venerdì 17 giugno alle 15 giochiamo contro la Svezia di Ibra, con la quale abbiamo un conto in sospeso dal 2004, cioè dal famoso "biscotto" di Svezia-Danimarca che eliminò di fatto l'Italia dall'Europeo.

Se l'Italia arriva prima gioca con la seconda del Gruppo D (cioè Spagna o Croazia), ma si troverebbe dalla parte più ostica del tabellone, considerato che ai quarti quasi sicuramente ci sarà la Germania sul suo cammino, per non parlare di una ipotetica Italia-Francia in semifinale.

Se gli Azzurri dovessero arrivare secondi, invece, avrebbero un tabellone più morbido dato che incontrerebbero subito la vincente del Gruppo F (una fra Ungheria, Islanda, Portogallo e Austria), ma poi ci sarebbe solo l'Inghilterra a fare da "spauracchio" alla nostra nazionale, un avversario che per dirla tutta abbiamo già eliminato svariate volte dalle competizioni internazionali.

E voi cosa vi augurate? Dite la vostra nei commenti sotto l'articolo.