La società rossonera sarebbe ritornata a sognare in grande, pronta ad investire tanti soldi sul mercato. Secondo la stampa spagnola, precisamente quanto scritto sul quotidiano madrileno As, si tratterebbe di circa 150 milioni di euro che i futuri uomini del mercato rossonero, Mirabelli e Fassone, avrebbero intenzione di spendere su due grandi calciatori spagnoli militanti nei campioni di Spagna di Florentino Perez.

Si tratterebbe del bomber ex Juventus Alvaro Morata e del centrocampista Isco, entrambi con poco spazio nella formazione di Zinedine Zidane. In caso di acquisto, i due raggiungerebbero nella squadra di Vincenzo Montella i compagni di nazionale Suso e Deulofeu. Niente male nemmeno gli altri due giocatori prospettati sempre dal quotidiano spagnolo. Sul giocatore della fase offensiva dei blancos, ci sarebbe anche l'interessamento del Chelsea che lo vorrebbe come possibile sostituto di Diego Costa.

Infatti, se non dovesse rivelarsi fattibile l'acquisto di questi madrileni, secondo i media spagnoli le alternative degli uomini di mercato a capo di Sine Europe, quest'ultima società cinese nuova proprietaria del Milan dal 14 aprile prossimo, saranno Sergio Aguero e Alexis Sanchez. Dunque, dopo il centrocampista del Bayern Monaco Vidal un altro ex juventino viene accostato come possibile acquisto per riportare il nuovo Milan ai grandi livelli che li competono.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Milan Calciomercato

Sul fronte Milan si parla anche del possibile acquisto in attacco di Aubameyang

Da quanto si legge sul Corriere dello Sport, il bomber del Borussia Dortmund classe 1989, sarebbe nella lista dei desideri di questa estate come possibile erede di Carlos Bacca. Per strappare alla squadra tedesca il calciatore gabonese servirebbero circa 70 milioni di euro. Un suo arrivo a Milano sarebbe come un ritorno, visto che ha giocato nelle giovanili dei rossoneri con l'allenatore Filippo Galli, responsabile appunto del settore giovanile.

All'epoca, in prima squadra non c'era spazio in attacco perché erano presenti grandi come Kakà, Inzaghi, Pato e Giardino.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto