Questo pomeriggio alle ore 18:00, allo stadio Paolo Mazza di Ferrara, si giocherà il secondo anticipo (alle 15:00 allo stadio Olimpico c'è Roma-Udinese) della 6° giornata di campionato tra i padroni di casa della Spal e il Napoli. La squadra ferrarese è a caccia dell'impresa, ma in questo periodo non è facile per nessuno giocare contro i partenopei che inseguono la sesta vittoria consecutiva in campionato.

In questo anticipo pomeridiano si affronteranno due squadre che vivono momenti totalmente differenti: da un lato la squadra di Semplici che dopo un buon avvio di stagione, nelle ultime tre giornate ha incassato tre sconfitte senza mai andare nemmeno a segno.

Dall'altro lato c'è il Napoli che non ha nessuna intenzione di fermarsi e continua a stravincere le partite, segnando per ogni gara almeno 3 gol. Gli azzurri sono primi in classifica a pari punti con la Juventus, grazie alle 5 vittorie consecutive, nella quale hanno totalizzato 19 gol (la media di 1 gol ogni 23 minuti). Numeri da capogiro che fanno sognare, soprattutto dopo la grande vittoria con il risultato di 4 a 1 all'Olimpico di Roma contro la Lazio.

Come arriva la Spal a questo match

Quest'oggi, i padroni di casa sono di fronte ad un compito difficile se non impossibile. La sfida è ardua, soprattutto perché gli attaccanti ferraresi tardano a sbloccarsi: infatti, la Spal è andata a segno soltanto contro l'Udinese, restando poi a quota 0 nelle restanti quattro partite di campionato.

Oltretutto, il tecnico Leonardo Semplici per la partita contro i partenopei, dovrà fare ancora a meno di Meret e Floccari. Dunque Semplici, ha confermato il 3-5-2 con Gomis tra i pali, in difesa ci saranno Salamon, Vaisanen e Vicari. Al centro del campo, dovrebbero agire Viviani, l'ex Napoli Grassi e Schiattarella, mentre sulle fasce ci saranno con ogni probabilità Lazzaro e Costa.

In attacco, l'arduo compito di segnare a Pepe Reina, spetterà a Marco Borriello, che sarà affiancato da Antenucci, anche se non è da escludere l'inserimento di Paloschi dal primo minuto.

Come arriva il Napoli

Gli azzurri arrivano a Ferrara con la rosa al completo, fatta eccezione per il rumeno Chiriches, le cui condizioni sono ancora da valutare.

Il tecnico Maurizio sarri non ha ancora proferito parola, infatti non ha nemmeno tenuto la conferenza di rito, alla vigilia della gara. Nonostante ciò, è molto probabile che Sarri opterà per il solito 4-3-3, con qualche interprete che potrebbe rifiatare, in vista del match di Champions di martedì sera allo stadio San Paolo di Napoli contro gli olandesi del Feyenoord. Nel collaudato 4-3-3, confermatissimo tra i pali lo spagnolo Pepe Reina, a difesa sulla fascia destra c'è il ritorno di Hysaj dopo il riposo di mercoledì' contro la Lazio, a sinistra il solito Ghoulam e come centrale di difesa ci potrebbe essere Maksimovic ad affiancare Koulibaly. In mediana, dovrebbe partire dal primo minuto Diawara al centro con Zielinski ed Hamsik ad affiancarlo.

In attacco, Mertens sembrerebbe essere ancora una volta il favorito nel ballottaggio con Milik. Sulle fasce agiranno i soliti Callejon ed Insigne.