L'Inter è sempre tra le squadre più attive in questa sessione di calciomercato. Ieri è arrivata l'ufficialità dell'acquisto del fantasista brasiliano, Rafinha, arrivato in prestito gratuito dal Barcellona con diritto di riscatto fissato a trentacinque milioni di euro più tre milioni di bonus legati al possibile piazzamento in Champions League.

Si tratta del secondo acquisto dopo l'arrivo dal Benfica del centrale argentino, Lisandro Lopez, sempre in prestito con diritto di riscatto fissato tra gli otto e i nove milioni di euro. Ma gli acquisti non dovrebbero terminare qui visto che la società nerazzurra si sta muovendo per regalare altri rinforzi al tecnico, Luciano Spalletti, e in queste ore il nome caldo sembra essere quello dell'attaccante inglese del Liverpool, Daniel Sturridge. Il giocatore è stato messo ai margini della rosa dal tecnico Jurgen Klopp e per questo motivo ha chiesto la cessione visto che vorrebbe più spazio per giocarsi le carte di una possibile convocazione con la propria nazionale per il mondiale in Russia della prossima estate.

In un primo momento Sturridge avrebbe espresso la propria preferenza per trasferirsi al Siviglia, anch'esso interessato al calciatore ma il Liverpool ha avanzato un aut aut, decidendo tra l'accettare l'Inter o restare all'Anfield Road. Questo perchè l'attaccante inglese, che può giocare in ogni ruolo in attacco e sulla trequarti è conscio del fatto che anche in nerazzurro non avrebbe il posto da titolare garantito.

Stravolgimento tattico?

Il tecnico Spalletti, però, starebbe pensando ad un vero e proprio stravolgimento tattico per cercare di trovare spazio a Sturridge. Il modulo prediletto resterà il 4-2-3-1 ma con l'inglese ci sarà maggiore imprevedibilità e l'ex allenatore della Roma potrebbe pensare di cambiare schema a seconda dell'avversario che affronterà, passando al 4-3-1-2.

Mentre in difesa non ci sarebbero cambiamenti, con Handanovic in porta e con il quartetto formato da D'Ambrosio o Cancelo, Miranda, Skriniar e uno tra Nagatomo e Santon, diverso è il discorso in mezzo al campo. La linea a tre potrebbe essere composta da Vecino, Borja Valero e Antonio Candreva, che andrebbe a giocare da interno destro di centrocampo, ruolo in cui ha già giocato con la maglia del Livorno e della Juventus.

Dietro le punte spazio a Rafinha, mentre il tandem d'attacco sarebbe appunto composto da Sturridge e Mauro Icardi. Il ruolo di escluso lo ricoprirebbe Ivan Perisic, che in questo periodo sta avendo una lieve flessione di rendimento. Non è escluso nemmeno un possibile passaggio alla difesa a 3, con un 3-4-1-2 che permetterebbe l'impiego di Perisic e Candreva sulle fasce e con D'Ambrosio che scalerebbe a fare il terzo di difesa.

Tutte opzioni a disposizione di Spalletti.

Sturridge è sempre più vicino e il tecnico di Certaldo pensa a come poter valorizzare al massimo l'altro grande colpo della società nerazzurra.