Da Lunedì l'Inter inierà a fare sul serio sul mercato per rinforzare la rosa di Luciano Spalletti. Prima di tutto si chiuderà l'affare Lisandro Lopez, in arrivo dal Benfica per 500.000 euro e riscatto fissato a 9 milioni di euro. Le visite mediche, salvo imprevisti, sono fissate per domani. Dopodichè si passerà al centrocampo e all'attacco per completare il mercato di gennaio. Intanto giunge un indiscrezione di mercato che parla di un doppio scambio, 'usando' i due centrocampisti messi fuori dal progetto, ovvero Joao Mario e Marcelo brozovic.

Il doppio scambio inatteso

Secondo quanto è stato riportato sul portale di "Tutto sport", per Joao Mario e Marcelo Brozovic non ci sarebbe più spazio nell'Inter.

L'obiettivo dei nerazzurri è infatti quello di cedere entrambi, o magari usarli come pedina di scambio per arrivare a giocatori consoni al progetto del tecnico di Certaldo. C'è da dire che, se la Beneamata riuscisse a vendere il croato, porterebbe una importantissima plusvalenza a bilancio - cartellino quasi interamente ammortizzato - discorso diverso per il portoghese, visto che pesa ancora una trentina di milioni per i conti nerazzurri. L'unica strategia sarebbe quella di arrivare a pareggio, sempre dal punto di vista del bilancio.

Walter Sabatini e Piero Ausilio hanno messo nel mirino due giocatori della Liga. Gaitan dell'Atletico Madrid - sempre se riuscisse ad ottenere il passaporto comunitario entro la fine di gennaio - il suo agente ha messo le cose in chiaro: "Gaitan è extracomunitario, ma nel giro di breve tempo gli arriverà il passaporto Europeo".

Il secondo giocatore è Correa, attaccante del Siviglia e della nazionale Argentina. Quest'ultimo sarebbe il preferito dal tecnico, in quanto sarebbe in grado di spaziare dal centrocampo all'attacco, doti che fanno un grande giocatore. Ai due potrebbe aggiungersi anche Yannick Carrasco, ala dei colchoneros che è stato sbattuto in tribuna nell'ultimo match dal tecnico Simeone.

La dirigenza starebbe lavorando ad un doppio scambio, vedremo se riusciranno in questa impresa.

Si riapre la pista Ramires

In attesa dei colpi ad affetto, arrivano buone notizie sul fronte Ramires. Fabio Capello infatti, tecnico dello Jiangsu, avrebbe aperto alla cessione ad una condizione: che Walter Sabatini trovi un degno sostituto per la squadra cinese.

Al momento l'unico ostacolo è rappresentato dall'ingaggio del Brasiliano, che potrebbe essere diviso tra i due club di Suning.