Il Milan in questa stagione non sta andando certo bene. Sarebbe difficile dire che l'annata sia soddisfacente per i colori rossoneri. Non lo né per quelle che erano le previsioni. Non lo è per gli investimenti che sono stati fatti. Non lo è perché il Milan dovrebbe stare sempre in posizioni d'avanguardia in campionato e nelle coppe.

C'è però una corsa al pessimismo che non fa certo bene ai colori rossoneri, come se ci fosse una spinta costante a vedere nero. E con questo clima risulta persino difficile cogliere quei segnali di positività che ci sono e a volte non vengono fatti passare con la dovuta visibilità

Notizie Milan: acquisti e cessioni con risorse inaspettate

Il Milan negli ultimi anni ha tirato fuori dal suo vivaio calciatori di un certo spessore, Donnarumma è l'uomo più in vista.

Ed anche in questo caso non sono mancati i titoloni dei giornali che abbiano avuto l'intenzione di demonizzare alcune cessioni troppo frettolose. E' vero. elementi cresciuti in rossonero come Cristante e Verdi potevano essere valutati con più attenzione prima di essere persi. Tuttavia, proprio da prestiti e situazioni affini, potrebbe arrivare un tesoretto importante che potrebbe fare la differenza nella prossima campagna di rafforzamento dei rossoneri.

E' abbastanza noto, ad esempio, che se Verdi dovesse andare al Napoli per venticinque milioni, ben cinque finirebbero nelle casse rossonere per via di un vecchio accordo. Riguardo a Petagna se l'Atalanta dovesse venderlo quest'anno dovrebbe dare il 50% dell'incasso al Milan, il 30% a partire dalla stagione prossima.

Ma non è finita: Carlos Bacca, ad esempio, potrebbe essere riscattato dal Villareal per circa venti milioni di euro. Sosa sta giocando nel Trabzonspor e i turchi per riscattarlo dovranno sborsare quattro milioni. Non è un diritto, ma un obbligo quel del Torino su Niang che frutterà circa 15 mln. Stesso destino per Lapadula, per il quale il Genoa di milioni dovrà scucirne 13.

Milan: verità che non si dicono abbastanza

Il Milan ha condotto un calciomercato estivo senza badare al risparmio. Sono arrivati calciatori che in alcuni casi venivano considerati "usato sicuro" e tra questi c'era il centrocampista della Lazio Biglia. Come tutta la squadra non ha reso quanto ci si aspettava, ma il dato a sorpresa arriva dai rilevamenti di Milanello: nessuno corre quanto Biglia.

Una sorpresa che non lascia insensibile la società che lo ritiene incedibile e punterà ancora su di lui nonostante le critiche.