Continuano a circolare varie voci di mercato intorno all'Inter, sia per quanto riguarda le operazioni in entrata, sia per quanto riguarda le possibili cessioni in vista della prossima sessione di calciomercato, a gennaio. Uno dei giocatori più chiacchierati nell'ultimo periodo è sicuramente il fantasista portoghese, Joao Mario. L'ex Sporting Lisbona sta facendo grande fatica in questa stagione a trovare spazio, tanto da aver giocato solo tre partite da titolare, mentre in sei è partito dalla panchina e in una non è stato convocato (nel derby di Milano contro il Milan a causa della tonsillite).

Il giocatore non sta convincendo il tecnico nerazzurro, Luciano Spalletti, che sembra pronto a sacrificarlo per riuscire ad avere un rinforzo di qualità in quella zona del campo visto che ha dichiarato più di una volta che all'interno della rosa gli manca un trequartista di ruolo visto che sia Joao Mario sia Marcelo Brozovic non nascono trequartisti e lo hanno dimostrato in questa prima parte di stagione.

Scambio con il Psg

Nonostante le difficoltà riscontrate fino a questo momento, il portoghese continua ad avere grandi estimatori all'estero. Tra questi c'è il Paris Saint Germain, che già l'estate scorsa avrebbe fatto follie per portarlo a Parigi e sembra che l'assalto possa ripetersi a gennaio.

Il direttore sportivo del club parigino, Antero Henrique, è tra quelli che stanno spingendo di più per il suo acquisto. Difficilmente ci sarà un'offerta congrua alla valutazione che l'Inter fa del portoghese, anche a causa dei problemi legati al Fair Play Finanziario, con l'Uefa che ha aperto un'indagine dopo gli acquisti di Neymar dal Barcellona per duecentoventidue milioni di euro e di Mbappè dal Monaco per centottanta milioni di euro.

Per questo motivo il PSG sembra orientato a proporre un clamoroso scambio all'Inter, inserendo nella trattativa il cartellino o del fantasista argentino, Javier Pastore, o dell'esterno brasiliano, Lucas Moura. I nerazzurri, però, dovrebbe virare tutto sul Flaco viste le esigenze della rosa di reperire un rinforzo in quel ruolo e anche alla luce del fatto che il direttore tecnico, Walter Sabatini, è un grande estimatore dell'argentino visto che lo ha portato lui nel grande calcio, acquistandolo, quando era il ds del Palermo, dall'Huracàn nel 2009 e cedendolo al Psg due estati dopo per oltre quaranta milioni di euro.

Oltre le strade dei due potrebbero incrociarsi di nuovo dopo vari tentativi del dirigente di portarlo anche a Roma negli anni scorsi.