L'Inter è sicuramente la squadra più attiva in questa sessione di calciomercato visto che i dirigenti stanno lavorando per accontentare le richieste del tecnico, Luciano Spalletti. La società nerazzurra ha già messo a segno due colpi: il centrale argentino Lisandro Lopez dal Benfica e il fantasista brasiliano, Rafinha, dal Barcellona. Entrambi i calciatori sono arrivati con la formula del prestito con diritto di riscatto fissato rispettivamente a otto e trentacinque milioni di euro a causa dei paletti imposti dalla Uefa con il Fair Play Finanziario, che prevede il pareggio di bilancio a giugno.

Nella giornata di ieri è stata definita anche la cessione del fantasista portoghese, Joao Mario, che ha sostenuto e superato le visite mediche con il West Ham, che lo acquista in prestito oneroso da un milione e mezzo di euro mentre non c'è chiarezza sul diritto di riscatto. Qualcuno dice che sia fissato tra i trenta e i trentacinque milioni, mentre qualcun'altro sostiene che sia un diritto di riscatto libero: cioè a giugno ci si siederà ad un tavolo per trattare la cifra dell'eventuale riscatto qualora l'ex Sporting Lisbona dovesse convincere gli Hammers con una serie di buone prestazioni.

Il posto di Joao Mario potrebbe essere preso dal fantasista argentino del Paris Saint Germain, Javier Pastore.

L'agente del giocatore, Simonian, è a Milano e ha già parlato con il direttore sportivo dell'Inter, Piero Ausilio, ribadendo la volontà del Flaco di sposare la causa nerazzurra, tanto che sarebbe disposto a decurtarsi l'ingaggio. Da trovare, invece, l'accordo tra i due club visto che il Psg vorrebbe cedere l'argentino solo a titolo definitivo e non per meno di trenta milioni di euro.

Si lavora sulla base di un prestito molto oneroso (tra i sei e gli otto milioni di euro) con diritto di riscatto intorno ai venticinque milioni di euro.

Colpo dalla Juventus

L'Inter, oltre a pensare all'attuale sessione di mercato, ha cominciato a muoversi anche in prospettiva futura, per giugno. Oltre al nome di Stephan De Vrij, c'è un altro giocatore finito nel mirino della società nerazzurra e che potrebbe arrivare a parametro zero: si tratta del terzino sinistro Kwadwo Asamoah.

L'esterno ghanese ha il contratto in scadenza a giugno ma non rinnoverà, nonostante in questa stagione sia stato impiegato più di quanto ci si aspettasse. L'ex Udinese, inoltre, sembrava destinato all'addio già l'estate scorsa, quando su di lui c'era il forte interesse del Galatasaray.

Con Asamoah l'Inter rinforzerebbe notevolmente l'out sinistro, che quest'anno non ha ancora trovato un vero padrone visto che in quel ruolo si sono alternati con risultati non proprio edificanti Yuto Nagatomo, Davide Santon e Dalbert Henrique.