La ventunesima edizione del campionato mondiale di calcio è iniziata da dieci giorni e, come prevedibile, sorprese ed emozioni non si sono fatte attendere.

Ieri, con la sfida tra Polonia e Colombia si è conclusa la seconda giornata della kermesse calcistica più attesa dell'anno. Dopo i primi 180', in alcuni gironi la situazione è già ben delineata. Oggi, dalle ore 16 (ora italiana) prenderà il via l'ultima giornata della fase a gironi dalla quale verranno fuori le 16 squadre qualificate per gli ottavi di finale.

Vediamo nel dettaglio la situazione, girone per girone

Girone A, Russia ed Uruguay lottano per il primo posto

Nel girone A i giochi sono già fatti per quanto riguarda la qualificazione agli ottavi già raggiunta da Russia ed Uruguay.

Le due compagini si sfideranno questo pomeriggio (ore 16 italiane) per stabilire la massima gerarchia del raggruppamento. Ai padroni di casa, alla luce della migliore differenza reti, è sufficiente un pareggio per ottenete il primato. I sudamericani, pertanto, per arrivare al primo posto devono vincere. Alla stessa ora si sfidano Egitto ed Arabia Saudita, entrambe già eliminate: in palio c'è solo la platonica soddisfazione di chiudere il torneo almeno con un successo.

Girone B: tutto aperto, spera anche l'Iran

Stasera, calcio d'inizio alle 20, chiude i battenti anche il girone B e qui la situazione è abbastanza articolata. Spagna e Portogallo comandano con 4 punti, davanti all'Iran con 3 ed al Marocco a quota 0.

Quest'ultima è l'unica che non ha più alcuna velleità di qualificazione, viceversa spera ancora l'Iran che però dovrà compiere l'impresa di battere il Portogallo di Cristiano Ronaldo per sorpassarlo in classifica. La Spagna affronta il Marocco: con un pari entrambe le formazioni iberiche sono qualificate agli ottavi.

Girone C, Francia già qualificata

Il girone C vede la Francia già qualificata, ma se i 'galletti' vorrano passare il turno come primi della classe non devono perdere contro la Danimarca. I danesi, al momento secondi in classifica, hanno due risultati utili su tre per raggiungere gli ottavi. L'Australia affronta il Perù già eliminato e potrebbe teoricamente sperare in una clamorosa qualificazione battendo la squadra andina e sperando, nel contempo, in una sconfitta della Danimarca con la Francia.

Al momento i francesi guidano con 6 punti davanti la Danimarca a quota 4, segue l'Australia con 1 punto ed il Perù ancora a zero.

Girone D, l'ultima spiagga dell'Argentina

Situazione intricatissima nel girone D, dove comunque la Croazia con la vittoria ottenuta ai danni dell'Argentina, ha ottenuto matematicamente la qualificazione come prima in classifica. Per il resto è tutto aperto: l'Albiceleste è il fanalino di coda con 1 punto ed affronta la Nigeria a quota 3, con una vittoria Messi e compagni scavalcherebbero la formazione africana in classifica. L'Islanda ha 1 punto come gli argentini e gioca contro la Croazia, con un successo si porterebbe a quota 4 e, se a vincere fosse anche l'Argentina, la qualificazione sarebbe decisa dalla differenza reti.

La vittoria della Nigeria taglierebbe la testa al toro, le 'super aquile' sono padrone del proprio destino.

Girone E, gara rischiosa per il Brasile

Situazione delicata anche per quanto riguarda il girone E. Il Brasile, dopo essersi ritrovato battendo in extremis la Costarica, è in vetta a braccetto con la Svizzera a 4 punti, seguiti dalla Serbia a 3. La nazionale di Tite in caso di pareggio contro la Serbia sarebbe certa della qualificazione, altrimenti in caso di sconfitta sarebbero i serbi ad avere la meglio. La Svizzera, impegnata contro la già eliminata Costarica, potrebbe approdare agli ottavi anche con un'eventuale sconfitta se la Serbia non riuscisse a battere il Brasile. Qualora le due nazionali al momento in testa dovessero vincere entrambe, sarebbe la differenza reti a decretare il primato nel girone.

Girone F, la Germania può ancora arrivare prima

Tutto da decidere nel girone F. Il Messico, pur essendo al comando non è ancora certo del passaggio del turno. I messicani se la vedranno con la Svezia, al momento terza con 3 punti. Ovviamente con un semplice pareggio sarebbe la nazionale centroamericana a qualificarsi e persino a mantenere il primato; tuttavia in caso di sconfitta e di contemporanea vittoria della Germania alle spese della Corea del Sud (già fuori da ogni discorso-qualificazione) con 2 goal di scarto, sarebbe proprio il Messico a pagarne le spese. In caso di pareggio in entrambe le sfide, vista la differenza reti, sarebbero Messico e Germania ad accedere agli ottavi. In questo caso i campioni del mondo in carica passerebbero solo come secondi del girone.

In sintesi, se gli svedesi vorranno qualificarsi avranno a disposizione un solo risultato oppure sperare in un tracollo dei tedeschi.

Girone G: Belgio ed Inghilterra, avanti tutta

Nel girone G, come prevedibile, sappiamo che saranno Belgio e Inghilterra le qualificate. Adesso resta solo da capire chi passerà come prima. Le due compagini, dopo essersi sbarazzate facilmente di Panama e Tunisia, si affronteranno giovedì prossimo. Certamente chi vincerà sarà primo; ma se dovesse uscire il segno x, ad avere il primato nel girone sarà la squadra che ha ricevuto meno cartellini gialli, dal momento che anche la differenza reti è perfettamente pari.

Girone H, Polonia: la grande delusione dei Mondiali

Il girone H ci ha regalato immediatamente una sorpresa: l'eliminazione della Polonia, squadra favorita per il passaggio del turno.

È stata fatale la sconfitta, rimediata nella serata di ieri, al cospetto della Colombia. I cafeteros sono riusciti a prendere una bella boccata d'ossigeno dopo l'inaspettata sconfitta contro il Giappone, poiché hanno rimesso in gioco il discorso qualificazione. Ai ragazzi di Pekerman, per conquistare gli ottavi, basterà una vittoria contro il Senegal, al momento secondo nel girone a 4 punti, oppure sperare in una sconfitta del Giappone contro la Polonia. Alla nazionale nipponica, prima nel girone ed anch'essa a 4 punti, servirà un pari per centrare gli ottavi; se dovesse maturare una sconfitta, invece, dovrebbe sperare nella vittoria del Senegal ai danni della Colombia, visto che in caso di pareggio tra queste ultime, sarebbe la Colombia ad andare avanti per la migliore differenza reti.

La nazionale africana che fin qui ha stupito davvero tantissimo, dovrà non perdere per raggiungere un'incredibile qualificazione alla fase finale, andando dunque al di là di ogni più rosea previsione della vigilia.

Il calendario della terza giornata

Egitto- Arabia Saudita (h:16,00)

Uruguay- Russia (h:16,00)

Spagna-Marocco (h:20,00)

Portogallo-Iran (h:20,00)

Australia-Perù (domani h:16,00)

Danimarca- Francia (domani h:16,00)

Islanda-Croazia (domani h:20,00)

Nigeria-Argentina (domani h:20,00)

Serbia-Brasile (27 giugno h:20,00)

Svizzera- Costa Rica (27 giugno h:20,00)

Messico-Svezia (27 giugno h:16,00)

Sud Corea- Germania (27 giugno h:16,00)

Inghilterra-Belgio (28 giugno h:20,00)

Panama-Tunisia (28 giugno h:20,00)

Giappone-Polonia (28 giugno h:16,00)

Senegal-Colombia (28 giugno h:16,00)

Segui la nostra pagina Facebook!