Un match ricco di emozioni e spettacolo quello di Anfield Road tra Liverpool e Paris Saint-Germain, gara d'esordio delle due compagini nel gruppo C di Champions League. Ad avere la meglio sono stati Reds di Jurgen Klopp che, con il 3-2 rifilato ai francesi nei minuti finali, raccolgono i primi tre punti in Europa della stagione. Di Sturridge e Milner i gol che avevano portato gli inglesi avanti 2-0, poi il pareggio del Psg con Meunier e Mbappé. Ma nel recupero è il brasiliano Roberto Firmino, recuperato dopo l'infortunio all'occhio subito contro il Tottenham, a siglare la rete del decisivo 3-2 che fa esplodere di gioia la Kloop.

Gioia Firmino, delusione Salah

Ma non proprio tutto Anfield ha avuto una reazione positiva al gol dell'attaccante brasiliano. Uscito all'85' per far posto all'ex Inter e Stoke City Xherdan Shaqiri, Moahamed Salah ha assistito dalla panchina al gol vittoria, rendendosi poi protagonista di un gesto che ha fatto discutere parecchio. Se tutta la panchina si è alzata per condividere il momento con i giocatori in campo, l'egiziano è invece rimasto seduto al proprio posto, ripensando di certo alle tante occasioni avute nel corso del match e non finalizzate.

Tutte eccetto una, sull'azione del gol poi vistosi annullare a causa di un fallo di Sturridge sul portiere dei parigini Alphonse Areola.

Murato più volte dalla difesa del club campione di Francia, Salah non ha iniziato nel migliore dei modi la competizione che lo ha incoronato la scorsa stagione come uno dei migliori talenti nel panorama calcistico europeo. Il guaio fisico alla spalla, subito nella finale dello scorso maggio a Kiev contro il Real Madrid per mano di Ramos, si fa ancora sentire e l'egiziano non è del tutto libero e spensierato.

Tutti i timori e le delusioni vengono fuori proprio nei minuti di recupero in occasione del gol del compagno di reparto, con un gesto che fa discutere.

Le telecamere hanno immortalato infatti la solita esuberante esultanza del tecnico Klopp e, sullo sfondo, non può non essere notato Salah. Se in un primo momento l'egiziano alza le braccia al cielo, in una seconda inquadratura sfoga la rabbia scaraventando a terra una borraccia.

Un gesto che indica la delusione al termine di un match sofferto e andato come copione: prima il doppio vantaggio, il pareggio subito in rimonta ed il timore di subire la beffa, l'ingresso in campo del match winner ed il sospiro di sollievo. Sui social i tifosi hanno subito difeso Momo, evidenziando come l'esultanza sia solo da indicare come giusto sfogo di una tensione accumulata nel corso dei 90' per la paura di vedersi soffiare via punti importanti nell'avvio di Champions.

Segui la pagina Champions League
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!