Uno dei nomi accostati frequentemente ai colori dell'Inter negli ultimi mesi è quello del fantasista brasiliano, Rafinha Alcantara. Il giocatore ha disputato sei mesi in prestito in nerazzurro lo scorso anno, risultando decisivo nella corsa per la qualificazione in Champions League e lasciando il segno nel cuore dei tifosi, che sui social hanno lanciato l'hashtag #RiprendiRafinha. Una petizione che potrebbe tornare di moda a gennaio, visto che il Barcellona sembra aver deciso di privarsi di Rafinha [VIDEO], che non rientra nei piani del tecnico dei blaugrana, Valverde, che in queste ultime partite lo ha usato più frequentemente solo per l'infortunio occorso al braccio a Leo Messi.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Inter

Ora l'argentino è tornato a disposizione e gli spazi per il fantasista brasiliano torneranno a restringersi.

Il Barcellona apre alla cessione di Rafinha

Il Barcellona sembra aver deciso: Rafinha sarà ceduto nella prossima sessione di Calciomercato.

Una decisione legata anche alla situazione contrattuale del brasiliano, che ha il contratto in scadenza a giugno 2020 e ha già rifiutato il rinnovo. In blaugrana, inoltre, il calciatore ha trovato ben poco spazio, giocando con maggiore continuità solo con l'infortunio di Leo Messi.

Il tecnico del club spagnolo, Ernesto Valverde, ha fatto intendere di non puntare su di lui. Nelle ultime partite, infatti, è stato inserito nelle rotazioni il giovanissimo della Cantera, Carles Alena, classe 1998, oltre al rilancio di Malcom Felipe De Oliveira, premiato dopo il gol in Champions League contro l'Inter [VIDEO].Proprio i nerazzurri a gennaio torneranno a chiedere il fantasista brasiliano per rinforzare il centrocampo, a cui serve un giocatore di quel livello e con quelle qualità.

L'Inter sembra intenzionato a riprendere Rafinha

L'Inter ha messo nuovamente gli occhi su Rafinha Alcantara.

I nerazzurri la scorsa estate non hanno potuto esercitare il diritto di riscatto, fissato a trentotto milioni di euro, a causa dei paletti imposti dalla Uefa con il Fair Play finanziario. Ora bisognerà vedere se il club meneghino chiederà nuovamente il brasiliano in prestito o se proverà ad acquistarlo a titolo definitivo. Alcune cose, comunque, sono cambiate rispetto a qualche mese fa, quando il Barcellona non voleva saperne di trattare per una cifra inferiore ai quaranta milioni di euro.

Il contratto in scadenza a giugno 2020 influisce sulla valutazione del cartellino, i blaugrana ora sembrano disposti a trattare la sua cessione anche per una cifra intorno ai venticinque milioni di euro. In questo senso, il passaggio del turno in Champions League potrebbe essere fondamentale per l'Inter, che investirebbe gli introiti della qualificazione agli ottavi sul fantasista brasiliano, che continua a mandare messaggi d'amore alla squadra dove lo scorso anno dopo ha trovato modo di rilanciarsi nel grande calcio un grave infortunio subito a un ginocchio.