Il Torino, nel precedente turno di campionato, ha strappato un'importante vittoria casalinga contro l'Inter di Luciano Spalletti. La squadra allenata dal tecnico livornese Walter Mazzarri adesso è chiamata a dimostrare che finalmente è giunto il tanto atteso salto di qualità.

Domenica alle ore 12:30 i granata scenderanno in campo a Ferrara, contro la Spal, per una partita che non sarà affatto facile, ma che i granata dovranno vincere a tutti i costi per continuare ad alimentare il sogno Europa League che, dopo il successo sull'Inter, sembra essersi riaperto.

Qui Torino

Il Torino di Walter Mazzarri ritrova finalmente, dopo due turni di squalifica, il centrocampista francese Soualiho Meité. Il giovane calciatore, arrivato in Italia un po' per caso nella trattativa che durante il calciomercato estivo ha portato Barreca al Monaco, dopo le buonissime prestazioni fornite in maglia granata è richiesto da mezza Europa. Si tratta di un giocatore molto intelligente, fisico, rapido e con un buon piede, che garantisce lucidità li in mezzo al campo, anche se di recente è apparso leggermente appannato, forse a causa del suo eccessivo utilizzo da parte dell'allenatore.

Il centrocampista transalpino potrebbe aver beneficiato delle due settimane di riposo che ha dovuto osservare a causa della squalifica (ultima apparizione il 13 gennaio contro la Fiorentina in Coppa Italia, match perso dal Toro per 2-0), ritrovando così quella lucidità che lo ha contraddistinto soprattutto nelle prime apparizioni in campionato.

Invece per il lunch-match di domenica contro la Spal è in dubbio Koffi Djidji, il quale nell'ultima settimana ha lavorato a parte per dei fastidi muscolari.

Il difensore 26enne ha ottenuto dalla società piemontese un permesso per recarsi in Francia al fine di raggiungere la sua ex squadra (Nantes) per un tributo all'ex compagno Emiliano Sala, scomparso in un incidente aereo il 21 gennaio.

Probabile formazione del Torino

Confermato come sempre il 3-5-2 - da sempre marchio di fabbrica di Walter Mazzarri - anche se dovrebbe essere apportata qualche modifica alla formazione titolare.

In difesa dovrebbe essere Emiliano Moretti a prendere il posto di Djidji, affiancando Nkoulou e Izzo (autore del goal vittoria contro l'Inter). In mezzo al campo dovrebbero partire dal primo minuto "El General" Tomas Rincon e il rientrante da squalifica Soualiho Meitè mentre, qualora Baselli non dovesse risultare pienamente recuperato dal recente infortunio, potrebbe rivedersi Cristian Ansaldi che nelle ultime partite si è saputo destreggiare bene in un ruolo non suo. Sugli esterni, a desta De Silvestri e a sinistra Aina.

In attacco, il "Gallo" Andrea Belotti (rimasto in maglia granata nonostante un'offerta da 50 milioni provenuta dalla Cina) dovrebbe essere affiancato da Simone Zaza con il quale ha un buon feeling.

D'altronde, l'ex attaccante del Valencia in quest'ultimo periodo sembra essere tornato in buona forma, anche se in zona-goal non è ancora riuscito a sbloccarsi definitivamente.

Torino (3-5-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Moretti; De Silvestri, Meitè, Rincon, Ansaldi (Baselli), Aina; Zaza, Belotti.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Torino Calcio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!