Roberto Mancini sceglie la linea verde e si affida a Moise Kean. Il talentino della Juventus dovrebbe essere infatti titolare domani sera ad Udine contro la Finlandia (diretta su Rai Uno con inizio alle ore 20.30), nella prima gara di qualificazione ai Campionati Europei 2020. Per il 19enne attaccante di origine ivoriana sarà la seconda presenza con la maglia della nazionale italiana, dopo quella contro gli Stati Uniti nell'amichevole disputata lo scorso novembre in cui era entrato in campo al 62'.

Pubblicità

Le ultime notizie relative alla formazione dell'Italia nel suo debutto alla fase a gironi continentale, lo danno in ballottaggio con Politano per una maglia da titolare, ma sembra comunque favorito. Probabile maglia da titolare anche per Cristiano Piccini che sarà schierato esterno destro nella difesa a quattro.

Le probabili formazioni

Mancini dovrà riununciare giocoforza agli infortunati Florenzi e Chiesa, ma dovrebbe comunque confermare il suo collaudato 4-3-3 con Donnarumma tra i pali, Piccini e Biraghi esterni in difesa e la collaudata coppia Bonucci-Chiellini in posizione centrale.

I tre di centrocampo dovrebbero essere Barella, Jorginho e Verratti con il tridente offensivo composto dal già citato Kean insieme a Bernardeschi ed Immobile. Il Ct finlandese Markku Kanerva dovrebbe rispondere con il 4-4-2, Hradecky in porta, Toivio ed Arajuuri centrali in retroguardia con Raitala ed Uronen esterni. A centrocampo, da destra a sinistra, dovrebbero giostrare Lod, Kamara, Sparv e Soiri con Pukki e Tuominen di punta.

Italia (4-3-3): Donnarumma; Piccini, Bonucci, Chiellini, Biraghi; Barella, Jorginho, Verratti; Bernardeschi, Immobile, Kean.

Finlandia (4-4-2): Hradecky; Raitala, Toivio, Arajuuri, Uronen; Lod, Kamara, Sparv, Soiri; Pukki, Tuominen.

Pubblicità

Italia-Finlandia, i precedenti: una sola sconfitta oltre cento anni fa

Sono 13 le sfide tra Italia e Finlandia ed il bilancio è nettamente favorevole agli azzurri che hanno vinto in 11 circostanze contro una degli scandinavi ed un pareggio. L'unico successo della Finlandia è vecchio di oltre un secolo, era il 29 giugno 1912 e le due formazioni si affrontavano nel turno preliminare valido per l'ingresso al torneo di calcio dei Giochi Olimpici di Stoccolma: in quel di Traneberg la nazionale finlandese vinse 3-2.

Da allora, soltanto una volta l'Italia è stata fermata sul pareggio, lo 0-0 di Roma del 27 giugno 1975 valido per le qualificazioni europee, poi ha sempre vinto. I successi più larghi sono stati ottenuti in due incontri, entrambi validi per le qualificazioni mondiali ed entrambi vinti dall'Italia con un tennistico 6-1, rispettivamente nel 1964 e 1977 (in quest'ultima circostanza spicca la quaterna di Roberto Bettega). L'ultima sfida risale al 2016, match amichevole disputato a Verona nell'ottica della preparazione ai Campionati Europei, vinto 2-0 dagli azzurri con gol di Candreva su rigore e De Rossi.

Pubblicità