Dall’addio di Gattuso a quello di Leonardo. Il Milan è un cantiere aperto con la scritta ‘work in progress’. Dalla rifondazione dirigenziale a quella sul campo. Il mercato resta fermo, necessariamente legato alle questioni UEFA ma soprattutto al ruolo del direttore sportivo.

Milan al TAS per il caso fair play finanziario

La UEFA ha deciso di non decidere. In sostanza così può essere tradotta l’opera messa in scena dall’organo amministrativo, organizzativo e di controllo del calcio europeo, adoperato ai ‘danni’ del Milan.

Questo perché il verdetto finale sul FPF, il fair play finanziario, relativo al triennio 2015-2018, è stato messo in pausa. Sospeso, in attesa del verdetto del TAS sullo stesso modello ma relativo al triennio 2014-2017. La UEFA, così, prende tempo senza rilasciare alcun verdetto in attesa del ricorso del Milan al tribunale di Losanna. In base a quanto uscirà dalle aule svizzere, la UEFA prenderà i dovuti provvedimenti.

Cosa succede nel frattempo

Il Milan parteciperà regolarmente alla prossima stagione di Europa League ma la ‘lentezza’ burocratica delle relative aule di tribunale potrebbe compromettere, e non di poco, lo svolgimento del mercato rossonero.

Questo è uno degli aspetti che alla società di via Aldo Rossi non è piaciuto per niente. Mercato che dovrà essere quantomeno autofinanziato per permettere al club di rientrare in maniera pulito nel FPF e, dunque, sarebbero in itinere diverse cessioni. Tanti i nomi indiziati a lasciare Milanello, tra questi Donnarumma e Suso in primis (con PSG ed Atletico Madrid) ma nelle ultime ore si registrano interessi anche per Romagnoli e Reina da parte della Juventus.

Frederic Massara verso il ruolo di direttore sportivo

Nel frattempo, il Milan sta cercando di formare una squadra dirigenziale importante e competitiva. Dopo l’addio di Leonardo, il confermato direttore tecnico Paolo Maldini sta sondando il terreno per Frederic Massara, fresco ‘svincolato’ dalla Roma. Tutto questo dopo il 'no' ricevuto da parte dell'attuale ds della Lazio, l'ex giocatore biancoceleste Igli Tare che, nonostante un prolungamento di contratto rinviato con la società di patron Lotito, ha comunque deciso di restare ancora alla corte del patron romano declinando ogni offerta da altri club.

Frederic Massara vanta esperienze importanti come talent scout e progetti giovanili, maturati negli anni al fianco di Walter Sabatini in primis con le esperienze a Palermo, Roma ed Inter. Massara è considerato un candidato ideale per il progetto Gazidis di un Milan giovanile e soprattutto vanta un’amicizia in comune con il futuro allenatore rossonero Marco Giampaolo, ovvero Giovanni Galeone.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!