In queste settimane, la Juventus presta ben 12 giocatori alle nazionali. I giocatori impegnai sono davvero molti e fra questi ci sono gli azzurri Leonardo Bonucci e Federico Bernardeschi. Il numero 33 juventino ha parlato in una lunga intervista a Rai Sport. Bernardeschi ha parlato anche della Juve e della sua paternità. Il giocatore bianconero si è soffermato in particolare sulla concorrenza che c'è in bianconero: "Sappiamo che la Juventus ormai è diventata uno dei tre top club al mondo e quindi la concorrenza è tantissima".

Dunque per Bernardeschi la concorrenza non è un problema e lui e i suoi compagni avranno le loro occasioni per ritagliarsi uno spazio. Inoltre, l'attaccante della Juve ha parlato anche di Maurizio Sarri con il quale ha un ottimo rapporto: "Per quanto lo conosco devo dire che un allenatore maniacale come lui, la Juventus è il club perfetto".

Bernardeschi parla dell'inizio di stagione

La Juve, nelle prime giornate di campionato, ha sempre impiegato le stesse formazioni e alcuni giocatori sono stati poco impiegati.

Fra questi c'è Federico Bernardeschi che però ha spiegato che la stagione è lunga e tutti avranno le loro occasioni: "Ci sono giocatori forti quanto me quindi il mister a seconda da chi vede meglio durante la settimana schiera in campo", ha dichiarato il numero 33 juventino che poi ha aggiunto che questo è normale nelle grandi squadre e tanti campioni restano in panchina. Bernardeschi ha parlato anche di Maurizio Sarri sottolineando che ha un bellissimo rapporto con lui: "Io ho un grandissimo rapporto con il mister", ha sottolineato il giocatore bianconero che poi ha aggiunto che Sarri fa le sue valutazioni su chi far giocare che riguardano determinati aspetti come ad esempio gli avversari e quindi ci sono mille fattori per cui uno va in panchina.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Champions League

A Bernardeschi è stato chiesto se le esclusioni dalla lista Champions possono causare del malumore e lui ha risposto così: "Devo dire che dovremo essere bravi noi come squadra a non farli sentire esclusi", ha detto il numero 33 juventino che poi ha sottolineato che quando si lotta per un obiettivo comune bisogna andare tutti nella stessa direzione. Infine, Bernardeschi ha raccontato che Sarri è un allenatore maniacale e che la Juve è il posto giusto per lui perché ha tutto per lavorare al meglio e per cercare di far migliore la squadra: "Credo che non ci sia posto migliore".

Il numero 33 juventino è diventato papà

Qualche settimana fa, Gabriele Parpiglia ha svelato che Federico Bernardeschi e la sua compagna Veronica Ciardi sono diventati genitori. Donatella Scarnati di Rai Sport, ha voluto congratularsi con il numero 33 juventino e gli ha chiesto se è diventato papà e lui ha risposto così: "Si grazie". A Bernardeschi è stai anche chiesto che effetto gli fa essere diventato papà così giovane: "Io sono giovane ma l'ho voluto apposta così giovane perché è una cosa che ti arricchisce", ha spiegato il giocatore della Juve che ha anche aggiunto che è difficile spiegare a parole cosa significhi diventare padre.

Bernardeschi ha anche aggiunto che è un'emozione unica e indescrivibile e non è come se lo aspettava: "È veramente pazzesco e ogni giorno mi sento più ricco dentro", ha sottolineato il giocatore bianconero che poi ha aggiunto che sente di dover dare un qualcosa in più ad un esserino speciale.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto