Una delle grandi suggestioni di calciomercato di questa estate è stata quella che ha visto accostato all'Inter il nome di Paulo Dybala. Il fantasista argentino non rientrava più nei piani della Juventus che, d'altronde, lo ha offerto prima al Manchester United nello scambio con Romelu Lukaku, e poi al Tottenham. Per questo motivo si è spesso parlato di un ipotetico scambio con Mauro Icardi, giocatore fuori dal progetto dei nerazzurri e poi ceduto al Paris Saint Germain nell'ultimo giorno di mercato in prestito con diritto di riscatto, in un'operazione complessiva da 70 milioni di euro. La trattativa per vedere la Joya in nerazzurro, però, non è mai decollata realmente, anche se sarebbe partita già a giugno.

L'Inter e l'interesse per Paulo Dybala

Paulo Dybala è stato uno dei nomi accostati all'Inter in questi mesi. La Joya è sempre stato un pallino dell'amministratore delegato nerazzurro, Giuseppe Marotta, che lo portò alla Juventus nell'estate del 2015, acquistandolo per 40 milioni di euro dal Palermo. Il giocatore era visto come pedina ideale per affiancare Romelu Lukaku, l'acquisto più costoso della storia dei nerazzurri, essendo arrivato dal Manchester United per 65 milioni di euro più bonus.

Come spiegato da Fabrizio Romano su Calciomercato.com, l'idea Dybala, comunque, è stata coltivata più nelle prime settimane di calciomercato, a giugno, che nelle ultime, ad agosto. L'esigenza della Juventus di realizzare una plusvalenza per sistemare definitivamente il bilancio, però, portava a pensare che lo scambio con Mauro Icardi fosse la soluzione migliore, visto che avrebbe permesso ad entrambe le società di sistemare i conti in ottica fair play finanziario.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Inter

La volontà di Dybala

Il mancato trasferimento di Paulo Dybala all'Inter non è stato legato solamente al mancato scambio con Mauro Icardi. La Joya, tra l'altro, è sembrato essere molto vicino anche al trasferimento al Manchester United e al Tottenham. Le due squadre di Premier League e i nerazzurri hanno un punto in comune: la volontà del fantasista argentino. L'ex Palermo, infatti, non ha mai preso in considerazione l'idea di lasciare Torino.

Non ne ha fatto una questione economica o di progetto, Paulo si è semplicemente sentito molto legato alla tifoseria della Juventus e ha chiesto ai suoi agenti di non valutare altre piste italiane almeno per questa estate. Pur essendo irritato per essere stato messo sul mercato dal club bianconero, ha sempre avuto un feeling particolare con i tifosi e per questo vuole giocarsi una chance per riprendersi la Juve questa stagione.

Nel caso in cui, però, dovesse continuare ad essere ai margini, come successo nelle prime due partite, la partenza il prossimo anno sarà scontata.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto