L'Inter sembra essere la grande protagonista di questi primi giorni di Calciomercato. Si è parlato molto dei possibili innesti che potrebbero rinforzare la rosa ma, inevitabilmente, il club nerazzurro sta pensando anche alle cessioni dando un occhio anche al bilancio. Oltre a Gabriel Barbosa, noto anche come Gabigol, il cui futuro potrebbe essere al Flamengo o in Premier League, (West Ham e Chelsea su tutte) a lasciare Milano potrebbe essere anche Matìas Vecino. Il centrocampista uruguaiano rischia di trovare poco spazio nella seconda parte della stagione e, per questo motivo, potrebbe dire addio dopo due anni e mezzo.

Tottenham interessato a Vecino

Uno dei club che avrebbe mostrato interesse per Matìas Vecino è il Tottenham di José Mourinho. Gli Spurs conoscono bene il centrocampista uruguaiano, andato a segno contro di loro lo scorso anno in Champions League al 93', nel gol vittoria del 2-1 finale. Quella è stata una delle gioie (non molte) vissute dal giocatore a Milano. Arrivato nell'estate del 2017 dalla Fiorentina, pagando la clausola rescissoria da venticinque milioni di euro, il suo rendimento è stato spesso altalenante e condizionato da qualche problema fisico di troppo.

Oltre al gol contro gli Spurs, però, i tifosi ricorderanno sicuramente quello segnato qualche mese prima, a maggio 2018, decisivo per il successo in casa della Lazio (2-3) che portò proprio alla qualificazione in Champions dopo sei anni.

Anche quest'anno Vecino non è riuscito ad esprimersi su altissimi livelli, nonostante da ottobre in poi abbia giocato praticamente sempre a causa degli infortuni prima di Sensi e poi di Barella.

Il Tottenham avrebbe pensato a lui per rinforzare il centrocampo viste le difficoltà che sta riscontrando Ndombelé, acquistato la scorsa estate dal Lione per sessanta milioni di euro.

Possibile scambio

Vecino che, stando a quanto riportato da Sky Sport, potrebbe rientrare in uno scambio tra Tottenham e Inter. È ormai risaputo dell'interesse del club nerazzurro per il centrocampista danese, Christian Eriksen.

Quest'ultimo, però, ha il contratto in scadenza a giugno e gli Spurs non vorrebbero perderlo a parametro zero. Allo stesso tempo Marotta non vorrebbe spendere venti milioni di euro per un calciatore che potrebbe arrivare poi a parametro zero tra qualche mese. Per questo motivo non è da escludere uno scambio tra i due cartellini che possa accontentare entrambi i club, che realizzerebbero una plusvalenza tanto importante quanto inaspettata, soprattutto per il Tottenham. I discorsi sono avviati tra i due club, soprattutto sul fronte Eriksen. Gli agenti del danese, infatti, sono attesi in Italia nei prossimi giorni per capire se ci sono le condizioni per chiudere subito il trasferimento, con Vecino verso Londra, o rimandarlo a giugno, quando arriverebbe a parametro zero.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!