In casa Milan, in questi giorni, c'è un solo protagonista. Si sprecano i titoli per Zlatan Ibrahimovic, annunciato ufficialmente dal club rossonero lo scorso 27 Dicembre, alla sua seconda avventura in rossonero dopo l'addio del 2012. Dopo la prima sessione di allenamento individuale tenuta ieri, il calciatore svedese è sceso in campo per quarantacinque minuti nell'amichevole tra Milan e Rhodense (squadra che milita nel girone A dell'Eccellenza lombarda).

Tanti i tifosi rossoneri presenti a Milanello, testimonianza diretta dell'entusiasmo generato dal ritorno di Ibrahimovic in rossonero.

La partita è terminata 9-0 in favore del Milan e lo svedese è andato subito in gol nel primo tempo. È la dimostrazione di quanto dichiarato in conferenza: si sente pronto e vuole esserci contro la Sampdoria il 6 gennaio, anche se al momento dovrebbe partire dalla panchina.

Milan, doppiette per Calabria e Piatek

Nel primo tempo, Pioli ha schierato un 4-3-3 con Donnarumma tra i pali, Calabria, Musacchio, Romagnoli e Theo Hernández a comporre la linea di difesa, Paquetá, Bennacer e Bonaventura a centrocampo, con Ibrahimovic centrale tra Suso e Calhanoglu.

Il primo tempo si è concluso sul risultato di 5-0: doppietta di Calabria, gol di Ibrahimovic (servito da Calabria), Calhanoglu (su assist di Ibrahimovic) e Paquetá.

Nella ripresa, formazione totalmente cambiata. Stesso modulo di base, ma interpreti diversi: Reina; Conti, Caldara, Gabbia, Oddi; Kessié, Brescianini, Maldini; Castillejo, Piatek, Leao. Il polacco, che probabilmente vivrà una seconda metà di campionato da competitor di Ibrahimovic, ha risposto con una doppietta.

Le altre reti portano la firma di Leao (autore anche di un assist di tacco) e di Castillejo.

Questi gli highlights della partita:

Questa, invece, la Zlatan-cam, interamente incentrata sulla prestazione del nuovo attaccante rossonero:

Le sensazioni in vista di Milan-Sampdoria

Nonostante la buona condizione dimostrata, seppur contro un avversario dal basso livello qualitativo, Zlatan probabilmente dovrà rimandare il suo esordio da titolare a San Siro.

Stando alle ultime indiscrezioni, il favorito per una maglia da titolare contro i blucerchiati resta Piatek, con Suso e Calhanoglu ai suoi lati. "Sono pronto per giocare, già a partire dall'amichevole di oggi pomeriggio", aveva detto poche ore prima nel corso della presentazione. E così è stato, grazie all'occasione immediatamente concessa dall'allenatore Pioli.

Almeno per ora, il modulo rimarrà sempre il 4-3-3 e ci sarà spazio solo per uno tra il polacco e lo svedese. Piatek dovrà armarsi di pazienza e mettercela tutta per rendere difficili le scelte dell'allenatore, almeno fino a quando Pioli non troverà una soluzione per far coesistere entrambi.

Appuntamento da non fallire per il Milan, chiamato a non nascondersi dietro l'acquisto di Ibrahimovic dopo l'umiliante sconfitta di Bergamo contro l'Atalanta. Questo è quanto espresso anche da Boban, proprio in occasione della conferenza stampa di presentazione di Zlatan di questa mattina. La dirigenza rossonera, intanto, è alle prese con il calciomercato e cercherà di consegnare qualche altro tassello a Pioli (con Todibo in prima fila). I tifosi rossoneri sperano di vedere Ibrahimovic in campo, almeno per uno spezzone di gara. Con qualche giorno di allenamento davanti a sé, tutto può ancora accadere.

Segui la pagina Milan
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!