La Juventus potrebbe essere una delle protagoniste del prossimo Calciomercato estivo. Le cessioni avvenute in gennaio hanno alleggerito la rosa sistemando anche il bilancio ed il monte ingaggi. L'idea della società bianconera è infatti quella di investire in qualità, magari migliorando soprattutto il centrocampo. Già dalla scorsa stagione la dirigenza ha pensato soprattutto a ringiovanire la rosa, affidandosi a giocatori come De Ligt, Demiral, Romero e Pellegrini. Probabile che questa politica possa proseguire anche la prossima estate, ed il nome principale accostato alla Juventus è quello del mediano del Brescia Sandro Tonali.

Potrebbe invece saltare l'arrivo di un 'oggetto' del desiderio dello scorso calciomercato estivo, ovvero il centrocampista offensivo Federico Chiesa. Quest'ultimo era stato vicino al trasferimento in bianconero ma l'opposizione della nuova proprietà guidata da Rocco Commisso ha bloccato il trasferimento. Le polemiche arbitrali nel post Juventus-Fiorentina di campionato hanno acuito ulteriormente i rapporti fra le due società a tal punto che, secondo il Corriere della Sera, il presidente della Fiorentina non venderà mai Federico Chiesa alla società bianconera.

Juventus, Commisso valuterebbe la cessione di Chiesa ma non ai bianconeri

Secondo il noto giornale italiano, il centrocampista offensivo Federico Chiesa potrebbe a breve firmare il rinnovo di contratto con la Fiorentina fino a giugno 2024.

Potrebbe però essere inserita una clausola secondo la quale la società toscana avallerebbe la cessione del nazionale italiano in caso di una sua volontà di partenza. Il presidente della Fiorentina però vorrebbe inserire un'ulteriore clausola che confermi l'impossibilità del giocatore di accettare offerte della Juventus. Se così fosse, sarebbe l'ennesima conferma dei rapporti non idilliaci fra Juventus e Fiorentina.

Le polemiche del post Juventus-Fiorentina

Nell'ultima partita di campionato fra Juventus e Fiorentina (finita 3 a 0 per i bianconeri), Rocco Commisso ha polemizzato sul secondo rigore assegnato ai bianconeri che ha portato la squadra di Sarri sul 2 a 0. Il presidente è stato molto duro nei confronti della Juventus facendo allusioni di essere avvantaggiata dagli arbitri.

Non è mancata la replica del vice presidente bianconero Pavel Nedved, che ha invitato Commisso a ragionare prima di sparare 'sentenze' pesanti su altre società. Il presidente della Fiorentina ha di nuovo replicato sottolineando come il suo interlocutore non è di certo un dirigente della Juventus come Nedved ma il proprietario dei bianconeri Andrea Agnelli. Probabile che questi attriti possano condizionare l'eventuale passaggio di Chiesa alla Juventus.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!