La Juventus si ritrova protagonista in tutte le competizioni: in Serie A è prima in classifica insieme all'Inter, è pronta a giocarsi l'accesso alla finale di Coppa Italia contro il Milan mentre in Champions League disputerà gli ottavi di finale contro l' 'abbordabile' Lione di Rudi Garcia. Restano però evidenti le difficoltà della squadra di Sarri, che sembra non riuscire ad ingranare dal punto di vista del gioco. Inoltre la squadra sembra pagare alcuni cali di concentrazione evidenti, come è successo nel match di campionato contro l'Hellas Verona.

All'iniziale vantaggio di Cristiano Ronaldo, ha risposto Borini su errore di Pjanic e Bentancur e poi Pazzini su rigore (per un fallo di mano di Bonucci).

Maurizio Sarri sembra non riuscire a portare la sua impronta di gioco, 'colpa' anche di una rosa non ideale al suo modo di vedere calcio. Sulla scelta da parte della Juventus di affidarsi al tecnico toscano la scorsa estate si è espresso il noto giornalista de 'La Repubblica' Maurizio Crosetti. Quest'ultimo ha dichiarato che probabilmente il presidente della Juventus Andrea Agnelli ha sbagliato la scelta del tecnico.

'Agnelli ha sbagliato scelta del tecnico, successe anche a suo zio con Maifredi'

Maurizio Crosetti, direttamente da un articolo de 'La Repubblica', ha dichiarato "'Agnelli ha sbagliato scelta del tecnico, successe anche a suo zio con Maifredi'. Il giornalista è convinto infatti che il tecnico toscano non si sposi a pieno con il progetto bianconero sia per motivi ambientali ma per un discorso tattico.

La Juventus infatti da sempre vince ma non ha mai promosso un gioco offensivo: lo dimostrano i risultati raggiunti gli anni passati dapprima da Antonio Conte e poi da Massimiliano Allegri. Ha poi giustificato in qualche modo l'attuale presidente della Juventus, sottolineando che ci può stare di sbagliare la scelta del tecnico. Successe infatti anche a suo zio Gianni Agnelli, quando nella stagione 1990-1991 affidò la guida tecnica a Luigi Maifredi.

Quest'ultimo venne assunto come tecnico perché l'anno precedente aveva portato il Bologna alla promozione in Serie A grazie ad un gioco offensivo. Evidentemente Andrea Agnelli, nella scelta di affidarsi a Sarri è convinto che sia il tecnico ideale per vincere soprattutto in Europa.

Il calendario della Juventus

Ovviamente mancano ancora molte partite alla fine della stagione, con la Juventus che può essere la protagonista in Serie A, Coppa Italia e Champions League. Il primo banco di prova per Maurizio Sarri sarà la Coppa Italia, giovedì 13 febbraio a San Siro affronterà nell'andata della semifinale il Milan.

Domenica invece è attesa dal match di campionato contro il Brescia e potrebbe sfruttare l'eventuale passo falso dell'Inter. La squadra di Conte infatti giocherà nel posticipo della 24esima giornata di campionato contro la Lazio di Simone Inzaghi.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!