In questi giorni è uscita l'autobiografia di Giorgio Chiellini. Il libro del capitano della Juventus sta regalando tanti aneddoti interessanti che riguardano gli ex compagni e allenatori del difensore livornese. Nelle ultime ore è stato rivelato un trafiletto dell'autobiografia che riguarda la separazione tra Antonio Conte e la Vecchia Signora. Il capitano della Juventus ha spiegato che all'epoca non ci fu nessuno scontro fisico tra il tecnico salentino e Andrea Agnelli: "Eppure non era successo niente di speciale, nessuno scontro diretto o addirittura fisico con il presidente Agnelli".

Chiellini parla dell'addio di Conte

L'addio tra Antonio Conte e la Juventus fu piuttosto burrascoso e avvenne il 15 luglio 2014. In quella calda estate il club bianconero aveva appena iniziato la pre-season, ma le cose non cominciarono nel migliore dei modi. Infatti Conte, dopo appena un giorno di ritiro, decise di lasciare la Juventus. Giorgio Chiellini nella sua autobiografia ha svelato cosa successe nell'estate 2014: "Penso che Conte se ne sia andato in quel modo dalla Juve perché quel giorno non c’eravamo noi". Infatti il capitano juventino ha sottolineato che se in quel ritiro ci fosse stata la vecchia guardia, ovvero lui, Buffon, Bonucci e Barzagli forse le cose sarebbero andate diversamente.

Secondo Chiellini, i senatori juventini sarebbero riusciti a convincere Conte a restare. La storia tra la Juventus e il tecnico salentino ormai era finita, un po' come successe lo scorso anno con Allegri. Il capitano bianconero ha anche aggiunto che Conte è un allenatore che prosciuga il gruppo e allo stesso tempo si consuma.

Dunque in quella estate l'allenatore salentino decise inizialmente di restare a Torino, ma poi bastò una goccia per far traboccare il vaso. Come ha rivelato Chiellini, tra le parti non successe nulla di eclatante, semplicemente il rapporto era arrivato alla sua conclusione.

Chiellini e compagni continuano ad allenarsi

Nella giornata di domani, lunedì 18 maggio, la Juventus continuerà ad allenarsi individualmente alla Continassa. Infatti è possibile che il programma per Chiellini e compagni non cambi. La squadra lavorerà a scaglioni e svolgerà sedute singole. In settimana, però, il gruppo della Juventus ritroverà i giocatori stranieri. In particolare da martedì 19 maggio lo staff bianconero ritroverà Cristiano Ronaldo. CR7 sarà il primo dei giocatori, che hanno trascorso il lockdown all'estero, a presentarsi alla Continassa. Dal 20 maggio sarà il turno di Blaise Matuidi e Sami Khedira. Il giorno successivo, invece, torneranno i tre brasiliani Douglas Costa, Danilo e Alex Sandro.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!