L'Inter ha cominciato a muoversi sul mercato con anticipo rispetto alla concorrenza. I nerazzurri vogliono assecondare le richieste del tecnico Antonio Conte, che in primis ha chiesto un rinforzo sulla fascia destra. Il club meneghino lo ha accontentato acquistando quello che viene considerato dagli addetti ai lavori come uno dei migliori interpreti al mondo nel suo ruolo, nonostante la giovane età. Si tratta di Achraf Hakimi, acquistato dal Real Madrid per 40 milioni di euro più cinque milioni di bonus e ufficializzato alla fine di maggio per esigenze di bilancio da parte del club spagnolo. Quest'ultimo non avrebbe alcun diritto di recompra sull'esterno destro 21enne.

Niente recompra per il Real Madrid

Achraf Hakimi è stato il primo acquisto dell'Inter per la prossima stagione. Una trattativa che è andata avanti per alcuni mesi in segreto. Solo negli ultimi giorni, quando si stavano già limando i dettagli con il Real Madrid, è circolata l'indiscrezione relativa all'imminente approdo a Milano del laterale marocchino che ha disputato le ultime due stagioni in prestito al Borussia Dortmund. In quest'ultima annata, il classe 1998 si è affermato giocando largo a destra nel 3-4-3 di Favre. In Bundesliga ha totalizzato 33 presenze, mettendo a segno cinque reti e collezionando dieci assist, a fronte di quattro gol messi a segno in otto presenze in Champions League.

Un bottino importante per un esterno, manna dal cielo per il tecnico nerazzurro Antonio Conte che aveva chiesto un terzino in grado di essere concreto anche in zona gol, caratteristica che manca agli elementi della rosa attuale.

La trattativa tra Inter e Real Madrid è andata in porto sulla base di 40 milioni di euro più cinque milioni di bonus.

Inizialmente si era parlato anche di una possibile recompra a favore degli spagnoli che avrebbero potuto riacquistare Hakimi due anni dopo per una cifra leggermente superiore, intorno ai 60 milioni di euro. Secondo Calciomercato.com, in realtà questa clausola non sarebbe stata inserita nell'intesa tra le due società, dunque l'Inter avrebbe la gestione totale del cartellino dell'esterno marocchino.

La concessione dell'Inter

L'Inter ha deciso di non concedere la recompra al Real Madrid sul cartellino di Achraf Hakimi, ma ci sarebbe una postilla sul contratto di vendita del giocatore. I blancos tra due anni potrebbero pareggiare eventuali offerte di altri club. Ad ogni modo, il controllo della situazione resterebbe sempre alla società milanese e al giocatore, non certamente al Real. Nessuna analogia, dunque, con la cessione di Alvaro Morata alla Juventus, quando le merengues due anni dopo potettero riacquistare l'attaccante spagnolo per una cifra leggermente superiore rispetto a quella investita dai bianconeri per portarlo a Torino.

Segui la pagina Inter
Segui
Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina Real Madrid
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!