La ricerca del difensore in casa Lazio sembra iniziare ad avere dei contorni più chiari.

Bastos e Wallace sono in uscita: le loro cessioni libererebbero due importanti posti sia nella lista per la Serie A che in quella A della Champions League, riportando in equilibrio il parametro dell'indice di liquidità, che fin'ora aveva bloccato le operazioni biancocelesti. Al loro posto dovrebbe arrivare quasi sicuramente Wesley Hoedt, e probabilmente anche Diogo Queiros.

Intanto riguardo a Marash Kumbulla, ormai passato alla Roma, l'agente del giocatore ha rilasciato dichiarazioni in merito alla trattiva con la società di Lotito.

L'agente di Kumbulla parla della Lazio

Gianni Vitale, agente del neo-difensore della Roma Marash Kumbulla, rispondendo ad alcune domande ha svelato alcuni retroscena della trattativa che ha portato il suo assistito sulla sponda giallo-rossa del Tevere allor quando sembrava vicino a vestire i colori bianco e celeste. ''Lazio?'' - ha replicato - ''Marash non era in trattativa con altre squadre in quel momento, molti hanno fatto dei sondaggi ma il Verona ne aveva fatto una valutazione molto alta". La Lazio si era evidentemente chiamata fuori dalla corsa al giocatore, poi vinta dai cugini capitolini.

Hoedt: si può fare

Il Southampton ha detto sí al prestito. È questa la novità in casa Lazio delle ultime ore. Wesley Hoedt potrà tornare a vestire biancoceleste, a patto che la Lazio si impegni a esercitare l'obbligo di riscatto nell'estate 2021.

Fino alla tarda serata di ieri, tuttavia, Tare era intenzionato a ottenere un diritto invece che un obbligo. Così per superare la situazione di stallo le parti in causa starebbero ragionando su una particolare formula: un prestito con diritto di riscatto che si tramuterà in obbligo a determinate condizioni (ad esempio: una nuova qualificazione della Lazio in Champions League).

Rimarrebbe da limare anche lo scoglio delle cifre, ma non sembra ad ora missione impossibile: l'accordo si può trovare sulla base di 1 milione per il prestito + 5,5 all'eventuale obbligo/diritto di riscatto. L'olandese è pedina gratissima a Simone Inzaghi, che già ha avuto modo di apprezzarne le qualità: può giocare sia centrale, che nel centro-sinistra della difesa a tre, andando a poter sostituire sia Acerbi che Radu.

Diogo Queiros dopo Hoedt; Mustafi sullo sfondo

Il piano della Lazio non si fermerebbe all'olandese. Nel mirino rimane sempre il classe '99 Diogo Queirós, capitano della nazionale portoghese Under 21, di proprietà del Porto, nell'ultima stagione in prestito al Mouscron (campionato belga). La proposta della Lazio consiste in un prestito con diritto di riscatto a 10 milioni, oppure obbligo a 7/8. Il Porto accetterebbe la formula del prestito, ma vorrebbe un obbligo fissato a 10 milioni. Le parti sono, insomma, molto vicine, e la società biancoceleste non avrebbe neanche problemi di tesseramento visto che il giocatore portoghese sarebbe inserito nella lista degli Under 22 in Serie A e nella lista B in Champions League.

Rimane sullo sfondo Mustafi.

I rapporti tra Lazio e Arsenal non si sono interrotti ma il giocatore guadagna troppo per le casse biancocelesti e non sarebbe disposto a ridursi l'ingaggi e, d'altro canto, i Gunners ragionerebbero soltanto di fronte ad una un'offerta per una cessione a titolo definitivo, ipotesi non presa in considerazione da Tare e Lotito.

Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la pagina S.S. Lazio
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!