Prima del derby Inter-Milan di sabato 17 ottobre, il presentatore televisivo di Mediaset Paolo Bonolis aveva concesso una lunga intervista a FcInter1908.it. Da tifoso interista si era espresso sulla squadra nerazzurra e sulla possibilità di lottare per la vittoria della Serie A. Bonolis aveva dichiarato che già l'anno scorso si poteva vincere qualcosa, sfruttando la situazione difficile fra Sarri e la Juventus. Quest'anno invece potrebbe essere l'occasione per interrompere il dominio degli ultimi anni della squadra bianconera. Bonolis aveva infatti dichiarato: "Perché non provarci? Può farlo l’Inter, come la Juve, l’Atalanta, la Roma, la Lazio.

Anche lo stesso Milan". Il presentatore aveva poi aggiunto che l'anno scorso è saltato il banco anche per i tanti infortuni subiti a centrocampo dall'Inter ma quest'anno le premesse per la vittoria ci sono tutte. Altro argomento affrontato da Bonolis è la volontà della Juventus [VIDEO]di riavere gli scudetti revocati con Calciopoli. Il presentatore, in maniera dura, aveva dichiarato: "Ci sono dinastie in Italia abituate a decidere cosa sia giusto e cosa è sbagliato".

Paolo Bonolis su Antonio Conte

Il presentatore di Mediaset si è soffermato anche su Antonio Conte e sulla tranquillità dimostrata dal tecnico pugliese in questo inizio stagione 2020-2021. Per Bonolis questa calma rispetto allo scorso anno è motivata dal fatto che l'Inter lo ha accontentato sul mercato.

Sono arrivati infatti Hakimi come centrocampista di fascia, Vidal come mediano e Kolarov in difesa. Tutti giocatori che hanno evidentemente incrementato il livello qualitativo della rosa nerazzurra. Bonolis si era poi soffermato anche sull'Inter vista nelle prime tre giornate di campionato, sottolineando come sia contro il Benevento che contro la Lazio si è visto un buon gioco.

Da migliorare però la fase difensiva, dati i tanti gol subiti.

Il pensiero di Bonolis su Eriksen

Altro nome diventato argomento di discussione è stato Eriksen. Proprio Bonolis aveva dichiarato: "Credo che lui avrebbe giocato sempre, se non più spesso, se fosse entrato più nella filosofia di Conte". Il problema di fondo, per il presentatore di Mediaset, è che il centrocampista danese non riesce fare le due fasi richieste dal tecnico pugliese, ovvero contribuire in maniera evidente anche alla fase difensiva.

Sempre sul danese aveva dichiarato: "Non gli ho ancora visto vincere un contrasto. Ma nemmeno tentarlo, un contrasto".

Proprio il danese è entrata a gara in corso contro il Milan, non riuscendo però ad incidere. Il derby di Milano infatti ha visto la vittoria dei rossoneri per 2 a 1 grazie ad una doppietta di Ibrahimovic. Per l'Inter il gol è stato realizzato da Romelu Lukaku.

Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la pagina Inter
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!