L'Inter non sta vivendo un grandissimo momento di forma e i nerazzurri sono arrivati alla sosta per le Nazionali con tanti dubbi e incertezze. Settimo posto in campionato con soli 12 punti raccolti nelle prime sette giornate, a cinque punti dal Milan capolista. Anche in Champions League la squadra nerazzurra è in ritardo, essendo ultima nel girone con 2 punti ottenuti in tre giornate, a -3 dal Borussia Moenchengladbach capolista e a -2 da Shakhtar e Real Madrid. Risultati che, inevitabilmente, hanno messo in discussione anche la posizione del tecnico, Antonio Conte, finito al centro di critiche e polemiche.

Il nuovo attacco di Bargiggia

Il tecnico dell'Inter, Antonio Conte, è finito al centro delle polemiche nelle ultime settimane a causa dei risultati ottenuti dalla squadra nerazzurra al di sotto delle aspettative. Chi aveva mosso una critica molto forte era stato sicuramente il giornalista, Paolo Bargiggia, che aveva sottolineato che lo avrebbe licenziato subito, a ogni costo, visto che lo stipendio da lui percepito (12 milioni di euro a stagione n.d.r.) era inversamente proporzionale ai risultati ottenuti sul campo.

Nelle ultime ore, però, il giornalista Mediaset è tornato sull'argomento, in seguito alle dichiarazioni rilasciate dal tecnico ai microfoni del Telegraph. Conte, infatti, ha sottolineato come ha intenzione di restare a lungo sulla panchina dell'Inter, aggiungendo che, però, in futuro vorrebbe tornare in Inghilterra, visto che quando era allenatore del Chelsea si è trovato benissimo.

Bargiggia ha colto la palla al balzo per dare un consiglio neanche troppo velato alla società nerazzurra citando proprio queste parole: "Fossi nell'Inter gli troverei subito una squadra in Premier League e lo porterei a braccia senza nemmeno prendere un aereo. Ma temo che stiano dormicchiando un po' troppo...As usual!".

Il futuro di Conte potrebbe essere in bilico

Parole pesanti che faranno discutere nelle prossime settimane, soprattutto qualora l'Inter dovesse continuare ad avere un rendimento altalenante.

Decisive saranno le prossime due sfide. In campionato i nerazzurri affronteranno il Torino allo stadio Meazza in un match da non sbagliare per non rischiare di perdere ulteriormente il contatto dalla vetta della classifica. In Champions League, invece, sempre in casa, la squadra nerazzurra affronterà il Real Madrid, in una partita da non perdere altrimenti la qualificazione rischierebbe di essere compromessa. In caso di passo falso, invece, la posizione di Antonio Conte potrebbe essere realmente in bilico. In questi giorni, infatti, non sono mancati i rumors su un possibile approdo a Milano di Massimiliano Allegri, che secondo varie indiscrezioni era stato contattato da Marotta già questa estate, prima dell'ormai famoso vertice di Villa Bellini.

Segui la nostra pagina Facebook!