Il Crotone che si appresta ad affrontare la Juventus all'Allianz Stadium di Torino (match in programma nella serata di lunedì 22 febbraio) potrebbe cambiare modulo per la prima volta in questa stagione. In settimana la dirigenza ha voluto confermare la sua fiducia nell'allenatore, allontanando ogni voce legata a possibili avvicendamenti in panchina.

La vittoria del Torino sul campo del Cagliari (0-1), ha però di fatto portato il distacco dei rossoblù dalla zona salvezza ad otto punti. Fondamentale sarà dunque tornare a smuovere la classifica, già a partire dalla gara contro la Vecchia Signora.

Per farlo Giovanni Stroppa starebbe valutando alcune variazioni nell'undici iniziale e un cambio di modulo.

Crotone, possibili cambiamenti

Per ovviare ai problemi difensivi registrati nella prima parte di stagione il Crotone potrebbe cambiare pelle contro la Juventus. I rossoblù, che durante la stagione sono sempre scesi in campo sfruttando il modulo 3-5-2, potrebbero ora optare per l'utilizzo di un nuovo schema iniziale: il 4-3-3. Una formazione che potrebbe lasciare maggiore protezione alla difesa, permettendo allo stesso tempo di sfruttare le qualità di elementi come Junior Messias e Adam Ounas, tra i più in forma della squadra nelle ultime settimane. Ad alternarsi nel ruolo della prima punta saranno Samuel Di Carmine e Nwankwo Simy, con l'ex Hellas Verona che al momento pare preferito alla punta nigeriana.

Diversi rientri per il Crotone

A dare maggiori scelte al tecnico rossoblù saranno i rientri in rosa di Salvatore Molina e du Luca Cigarini, rimasti fuori causa infortunio per diverse settimane. Da valutare saranno ancora le condizioni di Giuseppe Cuomo e di Ahmad Benali, anch'essi fermi per problemi fisici.

Molto potrebbe cambiare nel reparto difensivo passando da uno schieramento a tre uomini a uno con quattro elementi.

Grande importanza sarà dunque conferita ai calciatori posti sulle fasce. In questo senso potrebbero essere arretrati nel raggio di azione gli esterni Pedro Pereira è Arcadiusz Reca, finora praticamente sempre titolari da inizio campionato.

Salvezza ancora possibile

Con ancora quasi tutto il girone di ritorno da giocare il Crotone proverà una risalita in classifica difficile ma non impossibile.

Gli "squali" dovranno giocare all'Ezio Scida diversi scontri diretti. Oltre al match contro il Torino, i rossoblù affronteranno in casa le varie Fiorentina, Bologna, Cagliari e Udinese. In trasferta, invece, i rossoblù dovranno fare visita al Parma e allo Spezia. Con soli dodici punti in classifica i calabresi dovranno dare vita ad un finale di stagione di altissimo livello, con un passo da alta classifica, confidando allo stesso tempo in qualche passo falso delle squadre dirette rivali alla salvezza.

Segui la pagina Juventus
Segui
Segui la pagina Serie A
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!