Dopo la prima roadmap trapelata qualche giorno fa, una seconda roadmap più aggiornata è apparsa online per gli Smartphone Samsung che aspettano l'aggiornamento ad Android Marshmallow: ci sono conferme ma anche importanti cambiamenti e novità non molto piacevoli. L'update al nuovo sistema operativo Google dovrebbe essere composta da tre fasi distinte. Vediamo le ultime novità che apporteranno miglioramenti e stabilità agli smartphone coinvolti.

Pubblicità
Pubblicità

Android Marshmallow per Galaxy S6, S5, Note 5 ed altri

Nella prima fase Samsung aggiornerà tutti i modelli di fascia alta: per il Galaxy Note 5 confermata la data di dicembre 2015. Dovrebbe slittare a gennaio 2016 invece il Galaxy S6 Edge+ in un primo momento previsto anch'esso per il prossimo mese insieme al Galaxy S6 ed S6 Edge. Confermato per febbraio 2016 l'aggiornamento ad Android Marshmallow per il Samsung Galaxy Note 4 ed il Galaxy Note Edge.

Pubblicità

La novità più importante trapelata è però l'update del Galaxy S5 che dovrebbe essere pronto per aprile 2015 (nella precedente roadmap non era specificata la data). L'S5 è ancora un valido smartphone con prezzi in ribasso.

La seconda fase di aggiornamento ad Android 6.0 riguarderà gli smartphone Samsung di medio livello. Il Galaxy A8 riceverà l'atteso aggiornamento a marzo del 2016, mentre i Galaxy A3, A5, J2, J5, J7 ed i Galaxy E5 ed E7 ancora non hanno una data definita ma è presumibile che l'update inizi a maggio - giugno 2016.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Smartphone Samsung

Cancellato dalla lista al momento (definitivamente?) il piccolo Galaxy J1 ma i motivi non sono noti. Più fortunati i possessori del tablet Galaxy Tab S 10.5" che riceverà l'update ad aprile 2016 con il fratello minore di 8.4" subito dopo.

Nella terza fase (presumibilmente dall'estate del 2016 in poi) saranno aggiornati ad Android Marshmallow i nuovi tablet Galaxy Tab A di 9.7 pollici e di 8 pollici.

Cattive notizie invece per i clienti del Galaxy Note 3 e del Galaxy S4 che sicuramente non vedranno i propri dispositivi con il nuovo sistema operativo. Scelta discutibile della casa coreana che probabilmente scontenterà parecchi clienti poiché il Note 3 ha tutti requisiti per essere aggiornato anche se è sul mercato da oltre 2 anni. Vi piace la strategia Samsung?

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto