L'obiettivo di OnePlus è stato chiaro fin da subito: contrastare i grandi colossi Samsung ed Apple, da anni leaders nel settore degli Smartphone a livello mondiale. Per riuscire in questa impresa, il produttore cinese nato solo 3 anni fa, ha puntato sempre, così come in questo caso, su devices dalle prestazioni molto elevate a cui corrisponde un prezzo contenuto. Per fare ciò, i margini di profitto sono stati ridotti al minimo ed a questo punto è risultato abbastanza semplice competere con Apple e Samsung, che stando alle stime hanno un margine di oltre 400 euro a smartphone.

OnePlus 3T: ecco le caratteristiche dello smartphone Android

Il nuovo OnePlus 3T è uno smartphone dalle specifiche che lo collocano di diritto nella fascia dei top di gamma e gli permettono di essere sempre molto fluido, anche con molti account sincronizzati e con tante applicazioni in background. Dal punto di vista hardware questo device monta uno Snapdragon 821 con clock a 2,35 Ghz, supportato da un quantitativo di Ram elevato per uno smartphone: 6 Gb. L'unico aspetto al di sotto della concorrenza presente su questo dispositivo è lo schermo che è un 5,5 pollici con risoluzione Full HD, la stessa adottata da OnePlus One nel 2104, superata già da un paio di anni, con l'introduzione del 2k sui top di gamma.

Rispetto alla versione precedente c'è poi stato un miglioramento anche per ciò che riguarda la parte fotografica, dove la fotocamera interna è passata da 8 a 16 Megapixel, così come quella posteriore che è rimasta invariata.

Ottimo rapporto qualità-prezzo OnePlus 3T

Leggendo la scheda tecnica di questo smartphone ci si aspetterebbe un prezzo intorno ai 600 euro, per come ci ha abituati il mercato, invece ancora una volta OnePlus propone il proprio device ad un costo inferiore alla media dei top di gamma.

OnePlus 3T, infatti, costa 439 euro nel modello con 64 Gb di memoria interna (non espandibile) e 479 euro nella versione da 128. Cifre che si pongono in linea con alcuni dei concorrenti cinesi, come ad esempio Honor 8, ma va considerato che quest'ultimo ha un hardware meno performante.

Le premesse affinché, in un momento di crisi da parte di Apple, con una quota di mercato dell'Iphone che scende del 6% e dopo lo scandalo Samsung, la casa cinese OnePlus possa togliere una fetta di mercato a questi due colossi ci sono tutte, ora non resta che aspettare di vedere i primi commenti degli utenti di questo smartphone per capire quanto lontano potrà arrivare.