Arrivano interessanti novità sul fronte smartphone: se la notizia più importante del mese di ottobre è il prossimo lancio del nuovo iPhone X (a proposito, lancio del pre-ordine il 27 ottobre dalle ore 9.01 e dopo l'acquisto la consegna è prevista dal 3 novembre), ci sono importanti novità anche dal fronte Android, e non riguarda nello specifico nuovi smartphone in uscita, piuttosto il rilascio dell'upgrade di Google Android Oreo. A proposito di questo, la clamorosa notizia riguarda il fatto che il nuovo aggiornamento non riguarderà alcuni smartphone di casa Huawei, lasciando delusi gli utenti della stessa azienda asiatica.

Saranno esclusi dall'aggiornamento Huawei P9, P9 Plus, P9 Lite e Mate 8

Google oramai ci abituato a farsi attendere per i suoi nuovi aggiornamenti, ma a breve dovremmo vedere finalmente il nuovo Android Oreo. Una notizia tanto attesa, ma la vera e clamorosa indiscrezione è quella legata alla scelta di Huawei: l'azienda asiatica ha infatti deciso di non installare il nuovo aggiornamento su alcuni dispositivi, come Huawei P9, P9 Plus, P9 Lite e Mate 8. E quindi è assai probabile che la nuova EMUI 8.0 riguarderà solamente alcuni dispositivi di casa Huawei, come Mate 9, Mate 9 Porsche Design, Mate 9, P10 Lite, P10 e P10 Plus.

Una notizia che ha destato molta sorpresa e tante critiche da parte degli amanti di Huawei, in particolare per i possessori degli smartphone esclusi sembra siano molto arrabbiati dopo la potenziale scelta dell'azienda asiatica. Ci teniamo però a confermare che questa è un'indiscrezione, niente di ufficiale, e quindi prima di prendere certe queste notizie è giusto aspettare che Huawei faccia qualche annuncio ed eventualmente smentisca l'indiscrezione.

Il fatto però che l'azienda in questione non abbia fatto ancora comunicati o annunci, preoccupa gli utenti Huawei. Staremo a vedere, ma in che cosa consiste questo aggiornamento Android Oreo, quali sono le novità?

Le novità di Android Oreo

La novità principale è la diversa gestione delle applicazioni in background, con l'obiettivo di limitarne la "forza" e sopratutto garantire un'autonomia maggiore alla batteria, che spesso è causata proprio dalle applicazioni in background.

Novità dal fronte notifiche, che saranno inserite in grandi sezioni con la possibilità di silenziarle anche per 15, 30 o 60 minuti. Oltre all'incremento della sicurezza del dispositivo, il nuovo sistema sarà molto più veloce con la possibilità di utilizzare due applicazioni contemporaneamente con la novità Picture-in-Picture. Cosa ne pensate delle caratteristiche principali di Android Oreo?

Segui la nostra pagina Facebook!