Roberta Ragusa e Elena Ceste hanno in comune il fatto di essere scomparse nel mese di gennaio la prima ormai 2 anni fa, l'altra circa 7 mesi fa. Sono entrambe mamme dedite alla famiglie e vengono ricordate da tutti come donne modello sposate da anni, apparentemente quindi facenti parte di famiglie perfette. 

Roberta Ragusa: Antonio Logli resta l'unico indagato dopo le sue contraddizioni

Apparentemente perché poi indagando sui casi è emerso che la vita amorosa di Roberta Ragusa era tutt'altro che serena, forse lei stessa, e questo potrebbe esserle stato fatale, ha scoperto poco prima di morire che il marito aveva una relazione amorosa con Sara Calzolaio collega di lavoro e baby setter dei suoi figli.

Antonio Logli è al momento l'unico indagato per l'omicidio e l'occultamento di cadavere della moglie Roberta, dopo interrogatori e mille contraddizioni per gli inquirenti non vi sono più dubbi, Antonio Logli è l'unico responsabile della sparizione e presunta morte, ricordiamo che non si è mai trovato il corpo, di Roberta Ragusa

Elena Ceste: il marito potrebbe nascondere qualcosa, i vestiti fatti ritrovare solo una messinscena?

Per quanto concerne il caso di Elena Ceste, la mamma di Costiglione d'Asti, scomparsa il 24 gennaio scorso, le indagini proseguono anche sui suoi vestiti.

Gli inquirenti, sebbene il marito Michele Buoninconti non sia attualmente nemmeno iscritto nel registro degli indagati, iniziano a puntare gli occhi anche su di lui e su alcuni elementi che paiono convincere poco. Si sta indagando, infatti, sui vestiti di Elena e molti restano i punti oscuri, alcuni ipotizzano anche una messinscena di Michele, ossia che sia stato proprio lui a far pervenire gli abiti in giardino.

Effettivamente alcune cose incuriosiscono come il fatto che i vestiti seppur lasciati in giardino in una mattina di inverno per almeno un'ora, da quando Elena è scomparsa a quando il marito dice di averli trovati, non risultano bagnati o sporchi, piuttosto strano considerando che in giardino vi è un cane di grossa taglia che difficilmente non avrebbe giocato con i vestiti della sua padrona. Inoltre i carabinieri hanno fatto notare a Michele che le calze della moglie sembrano nuove, mai indossate, ma lui non è stato in grado di fornire giustificazioni attendibili.

Per quanto concerne i vestiti, inoltre, perché Elena avrebbe dovuto abbandonarli in giardino per proseguire, anche se volontariamente, nuda altrove? La vicina inoltre ha descritto più volte Elena Ceste con indosso quella mattina abiti differenti , dunque? Dove si nasconde la verità? Michele mente?

Segui la nostra pagina Facebook!