Angela Lepore, 28 anni, studentessa di Ariano Irpino che da qualche anno viveva ad Urbino per portare avanti gli studi universitari, è stata trovata morta nel suo letto. Al momento non è ancora chiara la dinamica dei fatti, anche se gli inquirenti, dai primi indizi raccolti, sono sempre più propensi per l'ipotesi di un suicidio o morte naturale fulminante. Da escludere, allo stato attuale delle cose, una morte violenta, tipo omicidio.

Angela studiava ad Urbino e lavorava saltuariamente per pagarsi gli studi: gli amici l'hanno descritta come una ragazza dal carattere allegro e solare, anche se negli ultimi tempi appariva distante e rabbuiata. Probabilmente, alla base del cambiamento d'umore della ragazza, una forma di depressione che l'avrebbe spinta ad utilizzare farmaci, fino ad un eventuale estremo gesto per porre fine alle proprie sofferenze. Ad ogni modo, gli inquirenti battono sia la pista della morte volontaria per abuso di medicinali, sia quella di un malore improvviso. Da escludere, invece, qualsiasi ipotesi legata ad omicidio.

Il corpo della ragazza è stato trovato esanime, sul letto, da un'amica che ha immediatamente chiamato i soccorsi. Gli uomini del 118, però, una volta arrivati a casa di Angela, non hanno potuto fare altro, se non constatarne il decesso. Il medico legale ha esaminato il corpo della studentessa campana per coadiuvare le forze dell'ordine nelle indagini sulla morte: al momento, la salma della ventottenne di Ariano Irpino è ancora a disposizione dell'autorità giudiziaria di Urbino, che appena chiuderà le indagini disporrà la restituzione del corpo alla famiglia.

Nella cittadina marchigiana dovrebbe arrivare il legale della famiglia della povera Angela per seguire da vicino le indagini ed occuparsi dell'iter burocratico per il trasferimento della salma in Campania. Grande tristezza tra la popolazione di Ariano Irpino, che ha dato i natali alla sfortunata ragazza, la quale ad ogni festività rientrava nella sua cittadina d'origine per trascorrere qualche giorno di vacanza insieme alla famiglia e agli amici di sempre. Anche il Comune di Cardito, dove Angela Lepore aveva vissuto, si è unito al cordoglio e al dolore per la scomparsa di questa bella e gioviale ragazza, quasi certamente rimasta vittima di un male che, prima di ucciderla nel corpo, le ha devastato l'anima. 

Segui la nostra pagina Facebook!