Un terribile omicidio-suicidio sta sconvolgendo in queste ore il mondo di Hollywood. L'attrice canadese Stephanie Moseley è stata crivellata di colpi dal marito, il rapper Earl Hayes, che avrebbe completamente perso la testa per gelosia. L'uomo, subito dopo aver ucciso la moglie, si è suicidato. Testimone del drammatico delitto il pugile Floyd Mayweather che ha assistito a tutta la scena dalla chat e avrebbe anche cercato di far ragionare, invano, l'amico rapper, prima che questi scatenasse la sua furia omicida sulla celebre consorte e poi decidesse di farla finita.

Earl Hayes scopre la moglie in chat con Mayweather e perde la testa

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, Earl Hayes avrebbe trovato la moglie mentre effettuava una videochiamata, tramite FaceTime, col pugile Mayweather.

Nemmeno il tempo di spiegare l'accaduto, che il rapper si è armato di pistola e ha sparato ben 10 colpi sul corpo dell'attrice e ballerina, non lasciandole alcuna via di scampo. Subito dopo, ha rivolto l'arma verso di sé e si è ucciso. Il pugile, avendo assistito alla drammatica scena dal suo telefono, ha subito avvisato la polizia, ma quando le forze dell'ordine sono accorse a Palazzo East a Los Angeles, ormai non c'era più nulla da fare: i corpi delle due celebrità giacevano senza vita nell'appartamento. Un vicino di casa ha raccontato agli agenti di aver sentito delle urla e poi l'esplosione di numerosi colpi d'arma da fuoco, prima che scendesse il silenzio.

Il ruolo di Mayweather: era in videochiamata con la Moseley, o era in chat col rapper?

Alcune indiscrezioni lanciate dal sito di gossip Tmz, cambierebbero un po' la dinamica dei fatti e soprattutto il ruolo del pugile Floyd Mayweather nella vicenda.

I migliori video del giorno

Infatti, pare che quando Earl Hayes è impazzito di gelosia, il pugile fosse in chat con l'amico rapper e non con la Moseley. Il musicista avrebbe scoperto un tradimento da parte della moglie e, mentre la chat era ancora aperta, avrebbe cominciato ad andare in escandescenze. A questo punto, il campione del mondo di pugilato, resosi conto che l'amico stava perdendo la testa, ha cominciato a implorarlo di calmarsi e di fermarsi a ragionare sull'accaduto, ma purtroppo è rimasto inascoltato e ha compiuto il delitto-suicidio. Stephanie Moseley era diventata famosa per essere stata nel corpo di ballo di Britney Spears e per aver recitato in alcuni film come "Catwoman" e nella saga di "Twilight".