Ancora scandalo a luci rosse coinvolgono professoresse e studenti minorenni. Siamo in quel di Covina, nella California, dove la South Hills High School è di nuovo finita nelle cronache che riguardano scandali a sfondo sessuale.

Melody Lippert, professoressa di inglese di 38 anni, e Michelle Ghirelli di 30 anni, sono state arrestate dallo sceriffo di Orange County per cospirazione, circonvenzione di ragazzi minorenni e favoreggiamento, oltre che per aver avuto rapporti sessuali con loro.

L'istituto non è nuovo a questo tipo di cronache: in passato, un certo Anthony Vidales, allenatore della squadra femminile di wrestling, era stato accusato e arrestato per aver avuto rapporti sessuali con una studentessa della stessa scuola che di anni ne aveva 17.

Adesso è successo alle due professoresse. I fatti risalgono allo scorso mese di novembre, quando la professoressa di inglese Melody Lippert aveva provveduto a distribuire degli alcolici ad un gruppo di studenti in una festa organizzata sulla spiaggia di San Clemente: in quella occasione, l'insegnante era riuscita nel suo intento, e cioè quello di consumare un rapporto sessuale con uno degli adolescenti.

Ma questo non è tutto, infatti qualche settimana dopo, la professoressa di inglese ha nuovamente organizzato una festa che si sarebbe svolta in campeggio nella nottata, sempre nella stessa spiaggia.

Questa volta però si è portata la compagnia e qui entra in scena anche Michelle Ghirelli: la notte è stata trascorsa tra alcol e rapporti sessuali con gli stessi ragazzi. Ovviamente, da tutto questo prende le distanze l'istituto scolastico che si dichiara all'oscuro delle vicende.

Le due insegnanti sono finite in prigione e almeno lì non potranno fare danni a causa della loro passione perversa, anche se è prevista la libertà su cauzione.

Avevamo di recente raccontato le vicende a sfondo sessuale delle due professoresse di lingua inglese nella Lousiana e dei fatti accaduti ad Arezzo che hanno visto coinvolte due insegnanti: la cronaca a luci rosse si arricchisce sempre di più.

Segui la nostra pagina Facebook!