Un'ultim'ora agghiacciante sul calciorusso gela i tifosi dell'Anzhi, squadra nota ai più perla militanza del forte centravanti camerunense Samuel Eto'o. Il mondosportivo è in stato di choc e le poche agenzie di stampa sonoancora confuse. Di certo c'è che un giovane calciatore dell'Anzhi,promessa del calcio russo, sarebbe stato assassinato a colpidi kalashnikov. Si tratta del ventenne Gasan Magomedov, centrocampistadella formazione giovanile con diverse apparizioni in prima squadra.Il fatto è avvenuto nella regione del Daghestan già teatro discontri e attentati terroristici di matrice islamica.

Attentato o omicidio su commissione?

Durante un agguato avvenuto in unvillaggio del nord del Caucaso, una raffica di proiettili haraggiunto il giovane Gasan Magomedov che si trovava a bordo della suaauto a poche centinaia di metri dalla sua casa. Sono statiimmediatamente chiamati i soccorsi e il giovane trasferito d'urgenzanel vicino ospedale della località di Novokuli. Il fatto è statoreso noto dalla stessa società calcistica in un comunicato scarno dipoche righe. Ignote le cause dell'attentato.

Il Dg dell'Anzhi SergeyKorablev, visibilmente scioccato dalla notizia, ha formulato le suecondoglianze alla famiglia del ragazzo.

La dinamica dei fatti

Le indagini sono partite ma ancora nonè stato effettuato nessun arresto. Anche la dinamica dell'accadutonon è del tutto chiara. Dopo aver giocato sabato sera con degliamici Gasan Magomedov si è diretto verso la casa dei genitoriavvertendoli con una telefonata giunta intorno alla mezzanotte peravvertirli che stava arrivando.

Pochi minuti dopo, non vedendolosuonare alla porta, i genitori hanno cominciato a preoccuparsi peril ritardo. Una sinistra raffica di colpi di arma da fuoco ponevafine ai loro inquietanti dubbi facendoli letteralmente schizzarefuori di casa. A pochi metri dal cancello la triste scena con lamacchina del figlio crivellata di colpi e il ragazzo feritoall'interno che appariva subito in condizioni disperate.

Segui la nostra pagina Facebook!