Annuncio
Annuncio

Stanno proseguendo a ritmo serrato le indagini per cercare di scoprire il colpevole della morte di Elena Ceste, la trentasettenne mamma di Costigliole d'Asti scomparsa il 24 gennaio e ritrovata morta nei pressi del Rio Mersa, a circa ottocento chilometri dalla sua abitazione dove viveva con Michele Buoninconti e i quattro figli. Al momento le indagini sono ad un punto morto, tanto che sul web si parla anche di una possibile archiviazione del caso.

Ultime news Elena Ceste, i genitori della vittima passano il Natale insieme a Michele Buoninconti 

L'unico iscritto al registro degli indagati è il marito della donna, Michele Buoninconti, ma finora non sono emersi dei gravi indizi che possano inchiodarlo definitivamente.

L'uomo è stato protagonista di alcune contraddizioni e stravaganze, (come quando si è spacciato per Armando Diaz o quando ha dato due versioni discordanti sul ritrovamento dei vestiti e degli occhiali della donna), ma fino a prova contraria è innocente.

Advertisement

Anche i genitori di Elena Ceste non sembrano ritenere colpevole il marito della donna, in considerazione del fatto che hanno trascorso le festività natalizie insieme ai quattro nipoti e ai Michele Buoninconti, a Govone, in provincia di Cuneo, a soli dodici chilometri dalla casa della Ceste

Ultime news Elena Ceste, la donna è stata assassinata da un killer sconosciuto come Gilberta Palleschi?

Gli inquirenti, nonostante abbiano sentito più di settanta testimoni e abbiano visionato numerosi filmati, non hanno ancora trovato indizi che possano compromettere la posizione di Michele Buoninconti. Ma gli investigatori non escludono nessuna ipotesi: nelle ultime ore, infatti, sembra che essi stiano seguendo la pista di un killer sconosciuto. La Procura di Asti, infatti, sta valutando ogni ipotesi, anche quella del delitto passionale.

Advertisement
I migliori video del giorno

Nelle ultime ore si sta parlando di un presunto killer sconosciuto, che potrebbe avere avuto un raptus e tentato di violentare Elena Ceste, la mattina del 24 gennaio. E se il caso di Elena Ceste fosse simile a quello di Gilberta Palleschi, l'insegnante uccisa a novembre da un killer che aveva tentato di abusare di lei? Si tratta solo di un'ipotesi, non è ancora stato confermato nulla, ma gli inquirenti stanno continuando ininterrottamente le loro indagini e non scartano nessuna possibilità.