Doveva essere uno show estremo, ed allo stesso tempo anche una dura competizione. Dovevano mettersi alla prova tra mille difficoltà, non erano spaventati dalla fatica. Del resto alcuni di loro erano atleti olimpionici e ben conoscevano il valore del sacrificio per ottenere i risultati. Tutto secondo copione fino a questa notte, un'esplosione in aria a causa di una collisione fra due elicotteri sui cieli di Villa Castelli nella provincia di Larioha nel nord-est dell'Argentina. La Francia è sotto shock per la tragedia avvenuta in occasione di un celebre reality show locale; non si sa esattamente cosa sia accaduto, in quanto le condizioni meteo erano ottimali.

Il bilancio è stato pesantissimo, in un attimo dieci morti: i due piloti argentini ed otto cittadini francesi protagonisti del programma. Tra di  loro, anche tre atleti molti amati, la famosa nuotatrice Camille Muffat, venticinque anni e tre medaglie alle olimpiadi di Londra. La velista Florence Arthaud, cinquantasette anni, la prima donna a compiere la traversata interrotta del Rhum nel 1990. Infine il pugile Alexis Vastine, ventotto anni, nel cast della trasmissione, come altri personaggi del mondo dello sport che vi stavano partecipando.

Le riprese del reality incriminato, che intanto è stato sommerso dalle polemiche, erano iniziate a fine febbraio in Patagonia. La trasmissione sarebbe dovuta andare in onda in estate, il plot dello show prevedeva che i partecipanti fossero abbandonati nell'impervia natura argentina e dimostrare di sapersela cavare da soli.

I migliori video del giorno

Tuttavia il reality è andato ben oltre la realtà; sotto shock gli altri concorrenti, i quali da terra hanno assistito increduli al tremendo incidente. Le riprese sono state immediatamente sospese e tutti i concorrenti rimpatriati.

Tre talenti che ci hanno lasciato troppo presto

Sulla Muffat c'è da dire che era stata medaglia d'oro nei quattrocento stile libero ai giochi olimpici di Londra, di bronzo ai mondiali di Shangai e Barcellona. La caparbietà negli allenamenti nacque dopo la sconfitta inflitta a Laure Manadou durante i campionati francesi a quindici anni. Fu nominata campionessa dell'anno, proprio come la cosiddetta "fidanzata dell'Atlantico" Florence Arthaud, cinquantasette anni, una delle più grandi veliste del mondo, protagonista nel 1990 della Route du Rhum, famosa traversata dell'oceano in solitario. Nel 2011 sopravvisse per miracolo uscendo da un naufragio in piena notte al largo di Cap Corse. Un secondo miracolo questo, dopo il coma a diciassette anni per un incidente stradale. Alexis Vastine è invece ricordato per il bronzo vinto durante le olimpiadi di Pechino nel 2008 a soli ventuno anni. Vastine era nato in Alta Normandia e proprio con un bronzo iniziò i mondiali giovanili. Nelle olimpiadi di Londra 2012 commosse il mondo, quando pianse per la sconfitta subìta ai quarti di finale di pugilato.