Proseguono le indagini per cercare di scoprire la verità su quanto accaduto ad Elena Ceste, la trentasettenne mamma di Costigliole d'Asti trovata morta lo scorso 18 ottobre nei pressi del Rio Mersa, un canale di scolo situato a pochi metri dalla sua abitazione. Le ultime notizie su questa triste vicenda si concentrano su Michele Buoninconti, il marito della donna arrestato lo scorso 29 gennaio, con l'accusa di avere assassinato la moglie e di averne occultato il cadavere. Il quarantaquattrenne ha sempre rilasciato dichiarazioni contraddittorie sulla scomparsa di Elena Ceste, avvenuta il 24 gennaio di un anno fa, e ha spesso insultato gli inquirenti.

Buoninconti, inoltre, avrebbe corteggiato varie donne dopo la scomparsa di Elena Ceste e questo sarebbe un altro indizio a suo carico. Ma quando mancano pochi giorni al processo sono emerse altre indiscrezioni shock sul marito di Elena Ceste. Ecco tutti i dettagli.

Ultime news Elena Ceste, dichiarazioni deliranti di Michele: retroscena shock

Michele Buoninconti ha di nuovo cambiato la versione dei fatti su quanto sarebbe accaduto il 24 gennaio di un anno fa, il giorno della scomparsa della moglie Elena Ceste. Nel corso delle prime indagini, il quarantaquattrenne vigile del fuoco affermò agli inquirenti che la donna sarebbe uscita dalla sua abitazione in preda al delirio, senza vestiti e senza gli occhiali. In seguito, Buoninconti diede un'altra versione dei fatti agli inquirenti, dicendo che Elena sarebbe stata portata via da alcuni uomini con i quali chattava spesso su Facebook.

I migliori video del giorno

Ora che si trova rinchiuso nel carcere di Quarto d'Asti, Michele Buoninconti ha dato l'ennesima versione dei fatti. "Elena è stata assassinata da una donna gelosa, dalla moglie di uno dei suoi spasimanti: ecco perchè Elena cancellava tutte le sue conversazioni su Facebook", sono queste le ultime parole deliranti di Michele Buoninconti, che aggiunge continuamente dettagli davvero molto strani su quello che sarebbe accaduto alla moglie. Non dimentichiamo, inoltre, il fatto che il vigile del fuoco descrisse spesso la moglie come" una donna molto possessiva".