Il fatto è accaduto a Setteville di Guidonia, esattamente in via Tiburtina all'angolo con via Giosuè Carducci, dove un autobus ha preso improvvisamente fuoco. Per fortuna, il veicolo stava rientrando al deposito, per cui a bordo non era presente nessun passeggero, eccezion fatta per il conducente che però è riuscito a lasciare il mezzo prima che le fiamme avessero la meglio, uscendone così miracolosamente illeso. Quel che è strano è il fatto che non si tratta del primo caso di incendio. Infatti è già il decimo autobus a prendere fuoco nel giro di pochi giorni.

L'intervento dei vigili del fuoco

Il fuoco è stato subito domato grazie all'immediato intervento dei pompieri accorsi sul luogo.

Fortunatamente non ci sono stati feriti, ma resta ancora da verificare la causa che ha scatenato l'incendio. In effetti questo avvenuto a Setteville di Guidonia, non è il primo caso d'incendio ai danni di un mezzo pubblico.

Gli incendi precedenti

Un altro incendio ha avuto luogo ieri nel pomeriggio a Roma, in zona Laurentina, esattamente in via Nazareno Strampelli, vicino Pomezia. In questo caso, oltre all'incendio c'è stata anche un'esplosione e, come se non bastasse, sull'autobus erano anche presenti dei passeggeri, che però sono fortunatamente riusciti ad uscire dal mezzo non appena il fumo ha cominciato ad invadere il veicolo. Anche in questo caso, tutti miracolosamente illesi, seppur la paura sia stata molta! Inoltre, qualche giorno fa, stessa e identica cosa è accaduta all'interno della galleria Giovanni XXIII, nel quartiere Trionfale.

I migliori video del giorno

Da verificare ancora le cause

Per ora, non si è ancora riusciti a fare luce su questo mistero che ha preso di mira i mezzi pubblici di Roma. Naturalmente, i dipendenti dell'Atac e le forze dell'ordine stanno seguendo per bene le indagini senza lasciare nulla al caso, e tra le varie ipotesi fatte, la più plausibile sembrerebbe quella legata al caldo di questi giorni. Al momento resta comunque solo un'ipotesi, per cui non ci resta che attendere i prossimi giorni per vedere come evolverà la questione.