La vita privata di Massimo Bossetti e della moglie Marita Comi, entra ufficialmente nel processo in corso relativo al complesso giallo di Yara Gambirasio. È questa una delle ultime news che trapela al termine della nuova udienza e che vedrebbe al centro dell'attenzione proprio la crisi coniugale dell'imputato, nonché presunto assassino della tredicenne di Brembate. Coloro che sono stati considerati gli amanti di Marita, potrebbero rappresentare anche il movente dell'omicidio di Yara Gambirasio che, secondo la Procura e l'accusa, sarebbe da considerarsi di natura passionale.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Cronaca Nera

Ecco le novità emerse e le news aggiornate sul processo contro Bossetti.

Yara Gambirasio: gli amanti della moglie di Bossetti al centro del processo?

La crisi di coppia tra Bossetti e la moglie Marita potrebbe rappresentare il movente dell'omicidio della piccola Yara Gambirasio: sarebbe questa l'ultima news emersa in riferimento alla complessa inchiesta in corso e che vede coinvolto il muratore di Mapello, da oltre un anno in carcere.

Ne sarebbe convinta Letizia Ruggeri, sostituto procuratore di Bergamo, per la quale l'uccisione di Yara è da considerarsi un delitto a sfondo passionale. Ecco allora che puntare l'attenzione sulla crisi coniugale di Bossetti potrebbe rendere più chiaro il quadro psicologico nel quale l'uomo avrebbe agito al momento del delitto.

Secondo le ultime news sul giallo di Yara Gambirasio, Marita Comi avrebbe avuto in passato due amanti, i cui nomi sono inevitabilmente finiti nelle carte delle inchieste, come svelato dal settimanale 'Giallo', anche in seguito alle intercettazioni ambientali tra la donna e la cognata e che hanno confermato i tradimenti a scapito del Bossetti. Il pm Ruggeri avrebbe quindi chiesto che i due presunti amanti possano entrare ufficialmente nel processo contro Bossetti ed intervenire in aula.

I migliori video del giorno

Alla base di questa decisione ci sarebbe la necessità di dimostrare la crisi di coppia tra il presunto assassino di Yara Gambirasio e la moglie, possibile movente del delitto.

La decisione finale, stando alle ultime news rese note da 'Il Giorno', spetterà ad Antonella Bertoja, presidente della Corte d'Assise che tuttavia ha considerato irrilevante ai fini del processo contro Bossetti la richiesta avanzata dal pm in riferimento alle schede che confermerebbero la presenza in motel di Marita insieme ad uno dei due presunti amanti, poiché avvenuta in un momento successivo al delitto di Yara Gambirasio. I riflettori sono pronti ad accendersi sulla vita privata del presunto assassino della tredicenne: se volete conoscere le ulteriori novità sull'intricato caso di cronaca, vi invitiamo a cliccare su 'Segui' in alto all'articolo.